Esultanza Gianluca Lapadula, Palermo-Milan
L’esultanza di Lapadula in Palermo-Milan (©Getty Images)

Il Milan si porta subito in vantaggio dopo appena 15 minuti: cinico Suso a sfruttare l’errore di portiere e difensore avversario. Ospiti che però si addormentano e subiscono per diversi tratti le iniziative dei rosanero. Ripresa che prosegue sulla falsa riga del primo tempo: al 71′ i rosanero trovano meritatamente il pareggio con Nestorovski. Squadra rossonera completamente immobile a guardare il giro-palla avversario. L’ingresso di Poli e soprattutto quello di Gianluca Lapadula ridanno vivacità alla squadra di Vincenzo Montella. Dopo una serie di miracoli di Posavec su Suso, arriva la magia di Lapadula: colpo di tacco splendido che inganna tutti e finisce in rete. Tre punti fondamentali conquistati dai rossoneri, che si portano secondi in classifica in attesa della Roma che giocherà in serata contro il Bologna.

Palermo-Milan: tabellino, voti e pagelle del match!

Marcatori: 15′ Suso; 71′ Nestorovski (ass. Diamanti); 82′ Lapadula (ass. Suso).

Ammoniti: De Sciglio, Diamanti.

Espulsi: /

UOMO PARTITA MILANLIVE: Gianluca Lapadula 

MILAN: Donnarumma 6,5; Abate 6, Paletta 7, Romagnoli 6,5, De Sciglio 6,5; Kucka 6 (Dal 72′ Poli 6), Locatelli 7, Pasalic 6,5 (Dal 63′ Mati Fernandez 6); Suso 6,5, Bacca 5,5 (Dal 79′ Lapadula 7,5), Bonaventura 6,5.

PALERMO: Posavec 6; Andelkovic 6, Rajkovic 6, Cionek 5,5, Aleesami 5,5; Henrique 6, Gazzi 5,5, Hiljemark 5; Sallai 5 (Dal 55′ Diamanti 6), Embalo 5,5 (Dal 55′ Lo Faso 6+), Nestorovski 6.

Palermo-Milan: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6,5: poco impegnato nel corso di tutto il match, ma sempre sicuro in ogni intervento e nella gestione del possesso palla. Incolpevole sul gol del momentaneo pareggio di Nestorovski.

Abate 6: poca spinta offensiva, diligente in quella difensiva. Gioca semplice in fase di possesso e non si complica mai la vita.

Paletta 7: se non fosse per il gol subito, prestazione quasi perfetta dell’italo-argentino. Sempre cattivo (calcisticamente parlando) e deciso negli interventi. Miracoloso in scivolata nel corso del secondo tempo sul punteggio di 0-1: para praticamente un tiro a botta sicura dei rosanero.

Romagnoli 6,5: attento e preciso in copertura. Rischia in un paio di occasioni nella gestione del possesso palla.

De Sciglio 6,5: deciso negli interventi, tenta sempre l’anticipo su Embolo. L’ammonizione lo frena un po’, ma è comunque bravo a gestire gli attacchi avversari.

Kucka 6: il primo a pressare gli avversari nel primo tempo, bravo a recuperare diversi palloni utili per i compagni. Troppo sufficiente in alcune situazioni, soprattutto in occasione del pareggio rosanero. Affiora un po’ di stanchezza nel finale e lascia spazio al compagno più fresco fisicamente. (Dal 71′ Poli 6).

Locatelli 7: ottima prova del regista rossonero, principalmente in fase difensiva. Un muro a tratti insuperabile per gli avversari. Freddo e preciso in fase di costruzione, complice anche la poca pressione dei rosanero soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa si nasconde un po’, ma è tutta la squadra che subisce le iniziative dei padroni di casa.

Pasalic 6,5: esordio dal primo minuto per il croato che si inserisce perfettamente negli schemi della squadra. A tratti perfetta l’intesa con Bonaventura sulla fascia sinistra. Nella ripresa cala fisicamente e gestisce male un paio di possessi. Nel complesso prestazione positiva del centrocampista. (Dal 63′ Mati Fernandez: altro esordio nei rossoneri. Gioca troppo spesso al piccolo trotto senza dare strappi in fase di possesso. Rischia un paio di passaggi e mette in leggera difficoltà i compagni. Ruolo non facile da interpretare in quel momento di grande pressione rosanero, ma non si è mai nascosto e ha sempre giocato il pallone. Può tornare molto utile alla squadra dalle prossime uscite, a patto che recuperi la forma fisica migliore).

Suso 6,5: cinico a sfruttare l’errore avversario e firmare il vantaggio. Poi sfortunato nella ripresa quando va vicinissimo al gol in un paio di occasioni, ma Posavec si supera e gli nega la doppietta personale. Da un suo tiro verso la porta nasce la splendida magia di Lapadula che, di tacco, regala la vittoria ai rossoneri.

Bacca 5,5: sbaglia in diverse situazioni, spesso semplici. Pochi i palloni in area, ma in queste partite serve anche tanto lavoro sui 30 metri. Al colombiano manca la cattiveria in qualche circostanza. (Dal 79′ Lapadula 7,5: primo gol in rossonero per il bomber ex Pescara. Una rete per nulla banale che regala una vittoria fondamentale. Sul tiro di Suso, a pochi passi dalla porta ‘Lapagol’ si esibisce in uno splendido colpo di tacco che beffa tutti. Gioca appena 10 minuti, ma recupera diversi palloni e lotta sempre con grinta durante il giro-palla avversario. Per il derby contro l’Inter del 20 novembre, dopo la sosta, si candida in maniera decisa per una maglia da titolare).

Bonaventura 6,5: meno spumeggiante delle ultime prestazioni, ma sempre importante ai fini dello sviluppo della manovra.

All. Montella 6: atteggiamento positivo della squadra solo nei primi 20 minuti del primo tempo. Dopo il gol di Suso, la squadra non affonda il colpo e subisce l’iniziativa avversaria. Succede lo stesso anche nella ripresa: inevitabile, visto l’andamento del match, il gol del pareggio di Nestorovski. Molto bene invece la reazione avuta pochi minuti dopo la rete subita. Decisivo, finalmente, il cambio dalla panchina: dentro Lapadula (anziché Luiz Adriano come accaduto nelle ultime due partite) e vittoria conquistata grazie alla sua splendida prodezza di tacco. Adesso ci sarà la sosta e al rientro subito sotto con la preparazione del derby contro l’Inter del 20 novembre.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it