Christian Abbiati
Christian Abbiati (©Getty Images)

MILAN NEWSChristian Abbiati al termine della scorsa stagione ha appeso i guanti al chiodo. Addio al Milan e addio al calcio dopo tanti anni da portiere. Si pensava dovesse restare nello staff tecnico rossonero, invece così non è stato.

Ieri Premium Sport è andata ad interpellare proprio il 39enne di Abbiategrasso. Per lui nostalgia del campo: “Mi manca il Milan, era una seconda famiglia per me. Milanello era una seconda casa“.

Tanta fiducia nell’attuale squadra guidata da Vincenzo Montella: “Può ambire al terzo posto, sta facendo ottime cose e può migliorare“. Al rientro dalla sosta per le nazionali ci sarà il derby Milan-Inter: “Non c’è mai un favorito. Il Milan cerca continuità, sarà più difficile per l’Inter che non sta ottenendo buoni risultati e ha più ansia di vincere. Mi auguro che i rossoneri vincano per fare un ultimo regalo al presidente Berlusconi prima del closing“.

Come accennavamo in precedenza, Abbiati non ha avuto un ruolo all’interno del Milan e spiega il motivo: “Il mio ritorno come club manager è stato più di un’ipotesi, ma il passaggio di proprietà ha bloccato tutto“.

 

Redazione MilanLive.it