Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

Martedì sera l‘Italia affronterà in amichevole la Germania: la partita avrà luogo a San Siro. La nazionale azzurra per l’occasione si sta preparando alla sfida allenandosi nel centro sportivo rossonero di Milanello. Dopo aver ottenuto 3 punti in chiave qualificazione mondiale 2018 battendo il Liechtenstein 4-0, Giampiero Ventura potrà provare nuovi interpreti.

Dopo l’esperimento 4-4-2, a tratti trasformatosi in un più offensivo 4-2-4, contro i tedeschi si tornerà al più collaudato 3-5-2. Lo stesso c.t. ha motivato la scelta nel post-partita di ieri: “Non siamo ancora pronti ad affrontare avversari del genere con quattro giocatori offensivi”. 

In merito alla probabile formazione, vedremo se ci sarà spazio anzitutto per Gianluigi Donnarumma tra i pali. Il portiere del Milan è ormai da tutti designato come l’erede di Gigi Buffon e in tal senso un suo inserimento dal primo minuto contro i campioni del mondo in carica sarebbe una soluzione certamente fattibile. Non è da escludere una staffetta con Mattia Perin nel corso del match.

Sarà anche interessante capire se ci sarà spazio per l’esordio assoluto in maglia azzurra di Gianluca Lapadula. Nel match contro il Liechtenstein in avanti ha giocato la coppia Belotti-Immobile, e a partita in corso sono subentrati Eder e Simone Zaza. Almeno in linea teorica, adesso dovrebbe toccare a Leonardo Pavoletti e al milanista Lapadula accumulare minutaggio e dimostrare al c.t. di poter essere utili in futuro alla causa azzurra.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it