Carlos Bacca
Carlos Bacca (©Getty Images)

MILAN NEWS – Chi l’avrebbe mai detto che Carlos Bacca, centravanti cercato da mezza Europa e l’anno scorso decisivo per ben 18 volte in campionato, diventasse un problema, quasi un peso, per il Milan attuale? Probabilmente nessuno, visto che anche nella stagione in corso il centravanti classe ’86 era partito col botto: tripletta al Torino, gol decisivi contro Sampdoria e Lazio, tanta fiducia da parte dell’ambiente e di mister Vincenzo Montella che lo ha sempre indicato come centravanti titolare nel suo 4-3-3 di partenza.

Eppure, come scrive il Corriere dello Sport, la situazione di Bacca si fa preoccupante; il colombiano, a quota 6 reti in campionato, è a secco da sei incontri, dunque da più di un mese. L’ultimo sigillo è quello segnato su rigore nel 4-3 al Sassuolo, poi il nulla, tante prestazioni deludenti e altrettante gare a secco. Con la sua Nazionale le cose non migliorano, tanto che il c.t. José Pekerman lo ha lasciato in panchina nelle ultime due gare internazionali confermando il momento delicato di Bacca.

Il destino del calciatore sudamericano è difficile da interpretare, ma è ipotizzabile che vecchia e nuova proprietà siano d’accordo sul cedere Bacca al miglior offerente: nonostante il calo di rendimento, il suo valore di mercato resta molto alto, attorno ai 30 milioni di euro, e le pretendenti non mancherebbero di certo. Il PSG di Unai Emery, suo vecchio maestro al Siviglia, potrebbe fare carte false per portarlo già a gennaio a Parigi. Un’ipotesi tutt’altro che da scartare.

https://www.youtube.com/watch?v=mJ-Z0umgbYs

Redazione MilanLive.it