José Mauri
José Mauri (©Getty Images)

MILAN NEWS – Saranno quattro gli ex di turno del match di domani sera tra Empoli e Milan, anticipo della 14.a giornata di campionato. I rossoneri si troveranno contro alcuni calciatori col dente avvelenato, con la voglia di rivalsa per non essere stati sfruttati ne’ apprezzati quando hanno indossato la maglia del club di via Aldo Rossi.

Come riporta la Gazzetta dello Sport di oggi i calciatori in questione hanno quasi tutti un passato non eccellente all’interno del club rossonero per svariati motivi. Massimo Maccarone ad esempio, ormai idolo storico dell’Empoli, è cresciuto nelle giovanili del Milan. Era un pupillo di Fabio Capello, allora tecnico rossonero, ma la altissima concorrenza non lo aiutò: c’erano i vari Savicevic, Weah e Kluivert, per il giovanissimo ‘Big Mac’ fu impossibile esordire e trovare spazio. “Mi scartarono sbagliando, ma non ho nulla contro di loro” – ha ammesso l’attaccante che però non disdegnerebbe di far male domani sera alla sua ex squadra.

Nella casella rimpianti c’è anche Riccardo Saponara, trequartista che è passato per il Milan nel periodo forse più buio e incerto dell’era Berlusconi, dal 2013 al 2015. Poca esperienza e un’infinità di guai fisici hanno minato la sua esplosione in rossonero. Anche Alberto Gilardino ha il dente avvelenato: nonostante i 44 centri in Serie A con la maglia rossonera non entrò mai nel cuore dei tifosi e della società stessa. Infine José Mauri, centrocampista che è in prestito dal Milan all’Empoli: la sua volontà evidente è quella di far bene e sorprendere il club d’appartenenza, così da meritarsi fiducia in vista del futuro rientro a Milanello.

Redazione MilanLive.it