Luiz Adriano & Keisuke Honda (Getty Images)
Luiz Adriano & Keisuke Honda (Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Non solo in entrata, il Milan a gennaio dovrà risolvere anche diverse situazioni in uscita. In queste prima 14 giornate di campionato, Vincenzo Montella ha utilizzato quasi sempre gli stessi 11, anche perché le alternative in panchina non sono all’altezza dei titolari.

Oltre che di acquisti, nella sessione invernale c’è bisogno anche di qualche cessione per alleggerire la rosa e fare spazio ad eventuali nuovi arrivi. Fra i partenti ci sono sicuramente Keisuke Honda e Luiz Adriano. Entrambi hanno avuto pochissimo spazio in queste partite, chiusi rispettivamente da un Suso ormai insostituibile e da Carlos Bacca e Gianluca Lapadula.

Calciomercato Milan, Luiz Adriano e Honda in uscita

Il tecnico ha sempre speso belle parole per entrambi e, soprattutto al brasiliano, ha dato qualche occasione di mettersi in mostra, ma senza ottenere i risultati sperati. L’ex Shakhtar Donetsk ha comunque molti estimatori: a lui hanno pensato diversi club russi e turchi, oltre ad essere emersa l’opzione Flamengo per un ritorno in Brasile, ma c’è anche l’ipotesi Liga. Secondo quanto scrive Goal.com, a seguirlo con particolare attenzione è il Siviglia.

Luiz Adriano ha un contratto con il Milan fino al 2020, ma l’ostacolo per un suo arrivo alla corte di Jorge Sampaoli è un altro. L’attaccante è infatti extracomunitario e la squadra spagnola ha già occupati tutti i posti disponibili; il suo arrivo è possibile solo con una cessione di Ganso, Mariano o Kiyotake. Ricordiamo che il club andaluso sta monitorando attentamente anche l’evolversi della situazione di Bacca, che ha trascorso qualche giorno insieme alla sua ex squadra.

Per quanto riguarda Honda, scrive La Repubblica, la cessione a gennaio è sempre più probabile. Non ci sono sostanziali novità sulle società interessate, ma in Cina e in America continuano a richiederlo. L’ex CSKA Mosca potrebbe continuare la sua carriera in uno di questi due campionati emergenti, mentre in Europa, almeno per il momento, non sembrano esserci offerte. Il 10 del Milan è apprezzato da Montella per impegno e professionalità, ma ora come ora è impossibile togliere Suso dai titolari e quello di esterno destro è l’unico ruolo in cui può essere impiegato. Inoltre non va scordato il suo contratto in scadenza a giugno 2017, dunque urge venderlo a gennaio per non perderlo a parametro zero poi.

 

Redazione MilanLive.it