Luiz Adriano
Luiz Adriano (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANLuiz Adriano non sembra rientrare nel progetto tecnico-tattico di Vincenzo Montella e per gennaio un trasferimento è possibile.

Il 29enne centravanti non sta trovando spazio in questo Milan, chiuso sia da Carlos Bacca che da Gianluca Lapadula. Il club di via Aldo Rossi è disponibile a trattare la cessione del proprio numero 7, anche perché vorrebbe liberarsi del suo ingaggio da circa 3 milioni di euro netti annui e incassare qualcosa dalla cessione del cartellino.

Adriano Galliani per comprare Luiz Adriano dallo Shakhtar Donetsk spese complessivamente 14 milioni di euro. Inizialmente sembravano essere 8, poi dal bilancio sono emersi 6 milioni ulteriori. Una spesa cospicua per un giocatore che sarebbe andato in scadenza sei mesi dopo.

Calciomercato Milan, Flamengo interessato a Luiz Adriano

Per evitare di realizzare una minusvalenza, adesso il Milan dovrebbe vendere il calciatore a circa 8.5 milioni, considerando gli ammortamenti. Non è facile trovare una società disposta a investire una simile somma per un attaccante non più giovanissimo e reduce da due annate quasi anonime.

Secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Brasile, il Flamengo avrebbe messo gli occhi su Luiz Adriano e medita di riportarlo in patria. Ovviamente i costi dell’operazione sono un ostacolo non di poco conto per un club non propriamente ricco come quello di Rio de Janeiro, che sta puntando anche altri obiettivi come Vitinho (CSKA Mosca, in prestito all’Internacional de Porto Alegre) e Marinho (Vitoria).

Il centravanti del Milan viene considerato un buon possibile acquisto dalla dirigenza rubronegra, che sta studiano la formula giusta per poter mettere a segno il colpo. In via Aldo Rossi sono disponibili a intavolare una trattativa e pare che anche l’ex Shakhtar Donetsk non scarti l’ipotesi di tornare in Brasile. Il problema, come detto in precedenza, è legato ai costi dell’affare. Tra cartellino e stipendio non sarà facile per il Flamengo. Serviranno dei sacrifici da parte di tutti.

 

Redazione MilanLive.it