Milan » Milan News » Niang, Calabria e Honda: tesoretto da 20 milioni. Il Milan vuole rilanciarli

Niang, Calabria e Honda: tesoretto da 20 milioni. Il Milan vuole rilanciarli

M'Baye Niang

M’Baye Niang (©Getty Images)

MILAN NEWS – Gennaio 2017 sarà un mese cruciale per molti calciatori del Milan, soprattutto coloro che negli ultimi tempi hanno avuto poco spazio o hanno deluso dal punto di vista tecnico. Il club dovrà decidere se puntare ancora su di loro oppure metterli sul mercato sperando di ricavare qualcosa dall’eventuale cessione.

La Gazzetta dello Sport di oggi cita tre casi molto particolari: il primo riguarda M’Baye Niang, un calciatore che a inizio stagione mister Vincenzo Montella indicava come possibile leader del Milan. Una partenza sprint, ma negli ultimi 30-40 giorni il talentuoso francese ha mollato la presa. Due rigori falliti, tanto nervosismo e prestazioni in calo, tanto da essere lasciato fuori pure dalla finale di Supercoppa Italiana. Nonostante una sua cessione garantirebbe una forte plusvalenza, il club rossonero stima l’attaccante classe ’94 e non ha intenzione di sacrificarlo, almeno per ora.

Davide Calabria viene invece da mesi sfortunati, in cui i problemi alla caviglia sinistra lo hanno costretto ad assenze forzate che gli hanno fatto perdere visibilità e posto in squadra, soprattutto ora che Ignazio Abate e Mattia De Sciglio stanno dando garanzie come terzini titolari. Da pochi giorni è tornato ad allenarsi con la squadra e lavorerà per ritagliarsi il suo spazio. Difficile immaginare una cessione del giovane classe ’96, anche perché è uno dei simboli del Milan fatto in casa, uno dei talenti delle giovanili che in può essere in ottica futura titolare.

In bilico anche Keisuke Honda: solo 96′ accumulati in stagione, una panchina che ormai gli sta stretta e un contratto che scadrà a giugno e difficilmente verrà ritoccato. Il giapponese è al passo d’addio, ma non è da escludere che il Milan voglia rilanciarlo in questi mesi provando a ritrovare quel numero 10 mai troppo esuberante ma sempre disciplinato e dotato di un piede mancino niente male. Ma in tempo di mercato, si sa, tutto può cambiare. La Gazzetta dello Sport scrive che l’ex CSKA Mosca non è considerato cedibile al momento e dunque potrebbe esserci maggiore spazio per lui, soprattutto se non arrivasse un vice-Suso.

Il quotidiano sportivo nazionale scrive che dalle cessioni di questi tre calciatori il Milan ricaverebbe un tesoretto da oltre 20 milioni di euro, molto utili in un mercato nel quale Galliani si ritrova senza budget. Però il club pare voglia puntare su di loro. In particolare Calabria è quello che meno di tutti viene considerato sacrificabile.

 

Redazione MilanLive.it