Pierre-Emerick Aubameyang
Pierre-Emerick Aubameyang (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Il club rossonero sia avvicina sempre di più a uno storico cambio di proprietà, con Fininvest che tra il 1° e il 3 marzo lascerà campo al fondo cinese Sino-Europe Sports. Un cambiamento epocale, dopo i 29 trofei in 31 anni sotto al presidenza di Silvio Berlusconi.

E dalle indiscrezioni che circolano, l’intento degli acquirenti è quello di creare un nuovo ciclo vincente. Per farlo sarà ovviamente necessario fare investimenti importanti già dalla prossima campagna acquisti estiva. Il budget a disposizione di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, futuri dirigenti designati del Milan, dovrebbe essere di circa 120 milioni di euro. E considerando pure le possibili cessioni, si tratta di un gruzzoletto ottimo per fare operazioni che possano rinforzare in maniera importante la squadra.

Milan, i colpi dei cinesi per l’estate

Oggi il quotidiano La Repubblica rivela che l’intento di SES è di investire per ricostruire l’asse centrale della squadra. Quindi un difensore, un centrocampista completo, un centravanti. Per l’attacco il grande colpo sognato dalla futura proprietà rossonera è il ritorno di Pierre-Emerick Aubameyang. Il futuro direttore sportivo Mirabelli ha un debole per questo attaccante già da quando lavorava nell’Inter. Vorrebbe prendere il 27enne gabonese come rinforzo di prestigio per il reparto offensivo. Un’operazione comunque complicata, dato che il Borussia Dortmund per meno di 70 milioni di euro non tratta e che il giocatore sogna il Real Madrid, oltre ad essere cercato pure da altri top club europei. I contatti sono comunque stati avviati.

Il quotidiano romano spiega che un tentativo verrà fatto per Stefan de Vrij, difensore centrale individuato come rinforzo ideale nel reparto arretrato. Il problema è che la Lazio chiede 35 milioni per il cartellino, anche se è in scadenza di contratto nel giugno 2018. Ma Claudio Lotito si fa forte del concreto interesse manifestato da Manchester United e Chelsea. L’alternativa è Mateo Musacchio, pure lui in scadenza nel 2018 con il Villarreal, e obiettivo più agevole da raggiungere.

Per quanto riguarda il centrocampo, al momento si sta decidendo se puntare su un elemento di esperienza come Luiz Gustavo oppure su un giovane talento come Mahmoud Dahoud. Sia il brasiliano del Wolfsburg che il siriano naturalizzato tedesco del Borussia Moenchengladbach vanno in scadenza nel 2018.

 

Redazione MilanLive.it