Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

MILAN NEWS – Ricordate l’unica volta in cui Vincenzo Montella, in conferenza stampa, spiegò come Silvio Berlusconi fosse poco convinto del suo modulo tattico? Sembrò una cosa innocua, la classica ramanzina dello storico presidente che da sempre ama dire la sua sulle questioni di campo e che predilige due punte in campo come ai tempi di Capello o Ancelotti.

Invece la Gazzetta dello Sport svela un retroscena piuttosto inaspettato: i rapporti tra Berlusconi e Montella sono tutt’altro che idilliaci, visto che il Cavaliere avrebbe spesso espresso il suo disappunto sul gioco del Milan, sull’atteggiamento della squadra e su molti altri fattori. Addirittura pare che Berlusconi abbia ripreso il suo allenatore anche dopo il successo di Doha in Supercoppa, arrivato ai calci di rigore contro una Juventus temibile. Situazione che però non è servita a placare la voglia di perfezione tattica richiesta dal presidente.

Montella non può non essere amareggiato per questo trattamento, che di certo non è stato riservato solo a lui. L’ex mister della Samp è l’ultimo di una lunga serie di tecnici pungolati e rimproverati da Berlusconi, anche oggi in una fase di transizione e di passaggi di consegne. Testimonianza di tale freddezza nei rapporti è la sola e unica presenza stagionale allo stadio di San Siro per il derby da parte di Berlusconi e le zero comparsate a Milanello per rincuorare la squadra. Pesano anche i motivi di salute piuttosto seri degli ultimi mesi, ma l’incontentabile presidente sembra non apprezzare neanche i progressi attuati da Montella e dal suo giovane gruppo di calciatori.

Redazione MilanLive.it