Silvio Berlusconi, Adriano Galliani e Barbara Berlusconi (©Getty Images)

MILAN NEWS – Quando la nostalgia fa brutti scherzi anche la più semplice e sicura delle operazioni rischia di decadere. In casa Milan negli ultimi giorni stanno fuoriuscendo notizie secondo cui Silvio Berlusconi starebbe pensando di fare piccoli passi indietro per quanto riguarda la cessione delle quote rossonere ai cinesi.

A fare il punto della situazione è oggi l’edizione on-line de La Repubblica che scrive di una sorta di resistenza tentata da Berlusconi al closing previsto ormai per il 3 marzo. Il Cavaliere vorrebbe ancora far parte attivamente del mondo Milan, tentando di convincere il fondo Sino-Europe Sports a lasciare il 20% delle quote ancora in mano alla holding Fininvest. Difficile però cambiare i progetti in corsa, visto che tra esattamente sedici giorni gli investitori cinesi sbarcheranno a Milano con 320 milioni di euro pronti ad essere versati nelle casse di via Paleocapa e chiudere dunque l’infinita trattativa per il passaggio di proprietà. Dalla stessa Fininvest, comunque, ieri è emersa la smentita su queste indiscrezioni.

Le voci parlavano di un Berlusconi che si sente ancora parte integrante del Milan, il ruolo di presidente onorario che dovrebbe essergli conferito dai nuovi proprietari sembrerebbe non bastargli. L’ex premier aveva studiato un piano per restare all’interno della società, gestire le operazioni finanziarie più importanti e confermare Adriano Galliani come amministratore delegato. Tra voci e smentite delle ultime ore una certezza si fa strada: Berlusconi, da storico osso duro qual’è, non lascerà in maniera troppo silente il suo ruolo nel Milan. Ovviamente il fondo cinese Sino-Europe Sports, pur rispettando la sua figura e la sua storia, andrà avanti per la propria strada quando avrà acquistato il club. A prendere le decisioni non può essere il vecchio proprietario, sarà giusto che ogni scelta venga fatta dalla nuova dirigenza.

Redazione MilanLive.it