Silvio Berlusconi, Han Li e Yonghong Li (Photo by XH Sports)

MILAN NEWS – Tra Hong Kong e il Lussemburgo ci sono almeno nove mila chilometri di distanza. Un percorso lunghissimo che però sarà effettuato con grande rapidità grazie al bonifico del fondo Sino-Europe Sports, che proprio tramite quest’asse internazionale farà recapitare nelle casse di Fininvest il saldo finale per il closing.

Come confermato dalla Gazzetta dello Sport, l’affare Milan è ormai chiuso, visto che il fondo SES ha fatto sapere di aver recuperato i 320 milioni di euro utili per chiudere l’acquisizione delle quote di maggioranza. I ritardi sono dovuti, come è ormai noto, alle mancate autorizzazioni dal Governo di Pechino, tanto da dover istituire due società ad hoc, proprio tra Hong Kong e Lussemburgo, per aggirare il problema ed estrarre i fondi da capitali esteri, tra cui le Isole Vergini per quanto riguarda la seconda caparra di dicembre scorso.

In pratica è tutto confermato: il 3 marzo avrà luogo alle 9.30, presso la sede di Casa Milan, l’assemblea dei soci che ratificherà il tutto e nominerà il nuovo CdA, con l’uscita di scena di Adriano Galliani come a.d. rossonero. Poi in giornata arriveranno le firme dei documenti tra Silvio Berlusconi ed i manager cinesi, che ovviamente sbarcheranno in Italia proprio in quei giorni. Conferenza stampa di presentazione prevista per il 4 marzo, mentre la passerella che darà il via all’era cinese avverrà prima di Milan-Chievo, gara di campionato che si giocherà invece il prossimo 5 di marzo. Insomma, SES è pronta a guidare il club verso una nuova avventura, sperando che dopo le infinite attese si possa brindare con i tempi prestabiliti.

 

Redazione MilanLive.it