L'esultanza dei rossoneri al gol di Juraj Kucka in Milan-Fiorentina
L’esultanza dei rossoneri al gol di Juraj Kucka in Milan-Fiorentina (©Getty Images)

Vince il Milan una partita sofferta ma nel complesso meritata, anche alla luce delle sviste arbitrali nel primo tempo: gol viola di Kalinic nato da un fuorigioco palese e semplice da vedere di Chiesa. Poi a pochi minuti dalla fine della prima frazione fischiato un fuorigioco inesistente a Bacca che sarebbe stato solo con Deulofeu contro il portiere.

Rossoneri che vanno in vantaggio con Juraj Kucka di testa, poi il pareggio dell’attaccante croato sopracitato. Su un errore di Borja Valero ne approfitta Gerard Deulofeu che insacca il pallone con uno splendido tiro a giro. Nella ripresa il Milan prova prevalentemente a stare sulla difensiva e subisce troppo. Alla fine riesce comunque a vincere e portare a casa tre punti d’oro in chiave Europa.

Milan-Fiorentina: tabellino, voti e pagelle

Marcatori: 17′ Kucka (ass. Sosa); 21′ Kalinic (ass. Chiesa); 31′ Deulofeu.

Ammoniti: Salcedo, Vangioni, Gustavo Gomez, Vecino, Suso.

Espulsi: /

MILAN: Donnarumma 7; Abate 5,5, Gustavo Gomez 5+, Paletta 6, Vangioni 6; Kucka 6,5 (Dal 71′ Bertolacci 5,5), Sosa 6,5 (Dall’85’ Poli s.v.), Pasalic 6; Suso 6+, Bacca 5, Deulofeu 6+ (Dal 71′ Zapata 6). All. Montella 6.
A disposizione: Storari, Plizzari, Calabria, Zapata, Locatelli, Mati Fernandez, Honda, Poli, Bertolacci, Ocampos, Lapadula.

FIORENTINA: Tatarusanu 6,5; Sanchez 5,5, Gonzalo Rodriguez 6, Astori 6, Salcedo 6; Cristoforo 5,5 (Dal 70′ Tello 6), Vecino 5; Chiesa 6,5 (Dal 70′ Badelj 6), Ilicic 5 (Dall’80’ Saponara 5), Borja Valero 5,5; Kalinic 6,5. All. Sousa 6.

UOMO PARTITA MILANLIVE: Gianluigi Donnarumma

Milan-Fiorentina: le pagelle dei rossoneri!

Donnarumma 7: incolpevole sul gol, ma attento e fondamentale nelle chiusure da ultimo uomo sui contropiedi avversari. Decisiva quella nella ripresa sull’attaccante viola involatosi in contropiede con Paletta in netta difficoltà nella rincorsa. Puntale. Oggi ultima partita da minorenne e altra grande prestazione.

Abate 5,5: soffre gli attacchi avversari dalle sue parti. In fase offensiva avrebbe molte occasione per servire ai compagni l’assist decisivo ma le spreca puntualmente tutte. A dieci minuti dalla fine potrebbe chiudere la partita, ma da posizione favorevole spara addosso a Tatarusanu. Da migliorare le amnesie difensive, oggi più numerose del solito.

Gustavo Gomez 5+: si fa sfuggire Kalinic in occasione del gol nel primo tempo e rischia il rosso sempre sul croato. L’arbitro lo grazia e gli mostra soltanto il giallo nonostante le feroci lamentele avversarie. Amnesie molto gravi del paraguaiano che non dà mai l’impressione di essere concentrato sui continui movimenti della punta avversaria. Bene nei duelli aerei.

Paletta 6: partita attenta dell’italo-argentino che soffre i continui movimenti di Kalinic, ma riesce a cavarsela bene in più di un’occasione.

Vangioni 6: terza partita da titolare per l’argentino che mostra maggiore coraggio in fase difensiva rispetto alle ultime uscite, mentre è pericoloso, anche se spesso troppo frettoloso, in fase d’attacco. Migliorasse maggiormente in fase di marcatura e di posizione, potrebbe tranquillamente giocarsi alla pari il posto con i compagni.

Kucka 6,5: bravo nella girata di testa su cross di Sosa che sblocca il match. Mette quantità e intensità in mezzo al campo. Curioso il suo posizionamento in fase di possesso, ma riesce a creare lo spazio necessario per permettere a Suso di ricevere il pallone con maggiore libertà. Bravo in fase difensiva nel chiudere le iniziative avversaria. (Dal 71′ Zapata 6: dà il suo apporto alla squadra nel finale, cambiando la disposizione della difesa).

Sosa 6,5: buona qualità e geometria alla manovra rossonera, e spesso anche tranquillità e freddezza nella fase delicata del primo tempo. Nella ripresa compie un paio di errore elementari in fase di costruzione e il pubblico non lo perdona. Lui non si demoralizza, continua a correre e a contrastare bene i diretti avversari. Lascia il campo a tempo quasi scaduta tra gli applausi del Meazza. (Dall’85’ Poli s.v.).

Pasalic 6: fa il suo lavoro in mezzo al campo senza strafare. Attento in marcatura, mentre in avanti potrebbe far meglio: spesso si nasconde e non si libera dalle marcature avversarie.

Suso 6+: è l’unico in grado di far rifiatare i compagni quando riceve palla. Questa sera non era in condizioni fisiche straripanti, ma il suo apporto alla squadra resta più che fondamentale. Impossibile da sostituire.

Bacca 5: anonima la prova del colombiano. Tutti i palloni che transitano dalle sue parti non vengono mai concretizzati come si dovrebbe. I tifosi mugugnano ad ogni suo errore. Anche quest’oggi, zero tiri in porta da parte del colombiano. Sempre più una certezza che sia un corpo assolutamente estraneo a questo Milan montelliano. Resta da capire quando sarà data maggiore fiducia a Lapadula.

Deulofeu 6+: splendido gol a giro di destro su ottimo recupero palla in pressing alto dei compagni. Discontinuo e non cattivo in alcune situazioni. gol a parte, da lui ci si aspetta che sia maggiormente incisivo in certe situazioni. Sufficiente la sua prova, principalmente per la bellissima realizzazione. C’è ancora tanto da migliorare nella gestione della partita. (Dal 71’Bertolacci 5,5: attento e diligente nel chiudere le linee agli avversari, ma in alcune situazione ci si aspettava maggiore personalità nella gestione del possesso. C’è da dire che è entrato in un momento in cui la squadra rossonera era eccessivamente bassa e non permetteva tante opportunità per giocare il pallone).

All. Montella 6: alti e bassi in questa partita, ma la vittoria oggi era troppo importante e la squadra è riuscita ad ottenerla. Primo tempo ottimo a dispetto dell’andamento stagionale che vedeva il Milan soffrire nella prima frazione e resuscitare nel finale di match. Rossoneri che soffrono in certe situazioni la pressione avversaria, poi la mancanza di qualità in fase di costruzione fa il resto. Da elogiare la prova di Sosa, inventato in questo ruolo dal tecnico ex Catania. Bacca invece è la solita nota dolente. Quando verrà data fiducia a Lapadula da titolare? Probabilmente il colombiano a partita in corso potrebbe dare un’apporto maggiore. Domenica prossima altro impegno importante e da non fallire al Mapei Stadium contro il Sassuolo.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it