Suso
Suso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Manca poco per lo storico passaggio di consegne del Milan da Silvio Berlusconi alla cordata cinese. Dopo il closing, ci sarà l’insediamento ufficiale della nuova società: Marco Fassone prenderà il posto di Adriano Galliani nel ruolo di amministratore delegato, mentre Massimiliano Mirabelli sarà il nuovo direttore sportivo.

Per l’ex dirigente di Inter, Juventus e Napoli c’è già tanto lavoro da fare e non solo sul mercato. Uno dei primi ostacoli da superare riguarda il rinnovo di Gianluigi Donnarumma, ma senza dimenticare la situazione di Suso. Lo spagnolo, ormai elemento cardine dello scacchiere rossonero, ha un contratto in scadenza nel 2019 e attualmente guadagna 1 milioni a stagione. Uno stipendio basso per un calciatore così importante. Il quale, qualche mese fa, aveva trovato l’accordo con Galliani per prolungamento e adeguamento a 2 milioni netti più bonus. Ma ora, con l’addio dello storico braccio destro di Berlusconi, bisognerà rinegoziare con Fassone.

Come riportato da Calciomercato.com, al momento non ci sono stati ancora contatti fra la nuova proprietà e il procuratore di Suso. C’è tempo per sistemare la questione, ma prima bisognerà capire quali sono le valutazioni sia economiche che tecniche della nuova gestione. Per ora, quindi, situazione congelata. In attesa di aggiornamenti.

 

Redazione MilanLive.it