Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il sipario su 31 anni di vittorie, emozioni e passione rossonera si chiuderà oggi, al Mapei stadium, detto anche ‘Città Tricolore’. Silvio Berlusconi inizia forse la sua galleria di meravigliosi ricordi come presidente del Milan proprio con il suo primo tricolore, lo Scudetto conquistato a sorpresa nel 1988 che diede il via alla lunghissima stagione dei trionfi.

Oggi dunque l’ultimo atto, come ricorda la Gazzetta dello Sport, dell’era Berlusconi, un periodo che ha riguardato la crescita esponenziale del Milan come società e squadra, ma anche il mondo del calcio in generale. Con il Cavaliere saluterà anche Adriano Galliani, che oggi a Reggio Emilia contro il Sassuolo assisterà in tribuna alla sua ultima gara da dirigente operativo, visto che con il closing del 3 marzo prossimo da parte dei cinesi si chiuderà anche l’avventura dell’amministratore delegato.

Un’era fatta di gioie incredibili, ma anche di qualche delusione recente che ancora brucia. Berlusconi non ha ancora deciso se sarà presidente onorario oppure resterà in disparte come semplice tifoso, in ogni caso lascia in bacheca 29 trofei in 31 anni, una media pazzesca che nessun altro presidente del calcio mondiale può vantare. Il suo umore è sereno, ma tutti questi anni non sono facili da dimenticare, così come Galliani che si è detto tranquillo ma ancora impossibilitato ad elaborare quello che sarà un lutto professionale e passionale al momento degli addii. Dalle finali vinte alle miriadi di calciatori magnifici passati per Milanello, è stata un’era pazzesca per i colori rossoneri. Ora non resta che sperare che anche la futura avventura cinese possa replicare tali gioie ed emozioni.

 

Redazione MilanLive.it