Silvio Berlusconi Yonghong Li
Silvio Berlusconi e Yonghong Li (Photo by Xh Sports)

MILAN NEWS – Giornata anomala quella odierna sul fronte closing. In mattinata sembrava filare tutto liscio in merito alla buona riuscita dell’affare, poi sono emerse continue indiscrezioni da fonti vicine all’ambiente rossonero che parlavano di un possibile slittamento.

I motivi principali, stando a quanto avvenuto in queste ore, sarebbero legati al pagamento dei restanti 320 milioni di euro che Sino-Europe Sports vorrebbe rateizzare e al ruolo di Silvio Berlusconi. A quest’ultimo era stata proposta la carica di presidente onorario, ma l’ex Cavaliere vorrebbe avere maggiori poteri decisionali sulle scelte tecniche future della nuova società. Punti di scontro tutt’altro che amichevoli tra SES e Fininvest: pare infatti che nelle ultime ore gli advisor delle due parti coinvolte si sarebbero riuniti per prendere una decisione in merito. I colleghi di Milan TV riferiscono che ci saranno novità entro stasera o al massimo domani mattina: vedremo se si opterà per un nuovo slittamento o verrà confermata la data del 3 marzo.

Pasquale Campopiano intanto ha riferito nuovi aggiornamento tramite il proprio profilo Facebook: La lista degli investitori (con Yonghong Li unico azionista e finanziatori alle spalle) presentata da SES a Fininvest ha creato dei problemi. Situazione paradossale e poco chiara. Giornalisti Fininvest e SES sono tutti al buio. Ci sono problemi, gli advisor sono in riunione, ma non si hanno certezze sul reale problema. La mia interpretazione? Fininvest ha storto il muso sulla presentazione della cordata perché pensava ci fossero investitori più importanti. Rateizzazione? Ho i miei dubbi sia così. In Cina adesso è notte, da qui ci sono advisor che cercano soluzioni, e noi giornalisti sappiamo poco. Aspettiamo novità ufficiali dalle parti in causa. Troppi dubbi su questa operazione…”. 

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it