Salvatore Galatioto
Sal Galatioto (foto dal web)

MILAN NEWS – Lo stallo in casa Milan nella trattativa con Sino-Europe Sports mette tutto di nuovo in discussione. La cordata cinese non ha chiuso l’acquisizione delle quote rossonere secondo le tempistiche previste, rischiando così di far saltare l’intera operazione.

I prossimi 7-10 giorni saranno decisivi per il destino della trattativa: qualora SES non riuscisse a concedere una nuova caparra da 100 milioni e ulteriori garanzie future, Fininvest potrebbe pensare seriamente di tenersi i 200 milioni già versati e chiudere negativamente ogni discorso con Yonghong Li e soci, i quali non sono finora riusciti ne’ a rispettare le scadenze ne’ a consegnare una lista definitiva di investitori per chiarire la portata delle potenzialità finanziarie in ballo.

Secondo Tuttosport clamorosamente Fininvest potrebbe tornare ad ascoltare alcuni vecchi interlocutori qualora si arrivasse ad una chiusura con SES; possibili nuovi contatti con Sal Galatioto e Nicholas Gancikoff, i due advisor che si mossero in prima persona l’anno scorso per trattare con Silvio Berlusconi la cessione delle quote di maggioranza rossonere. Dietro di loro c’è il fondo GSR Capital dell’imprenditore Sonny Wu, il quale è stato letteralmente messo fuori gioco da un ‘golpe’ interno che ha visto spuntarla Yonghong Li e Han Li.. Ma ora, visti i noti problemi con questi ultimi due personaggi, il destino del Milan potrebbe essere affidato di nuovo alla coppia Galatioto-Gancikoff. Per adesso, però, si tratta di ipotesi e indiscrezioni. Attendiamo fatti.

 

Redazione MilanLive.it