Giovanni Galli (foto dal web)

MILAN NEWS – Il closing slitta ancora. Proprio come successo lo scorso dicembre, la Sino-Europe Sports non è stata in grado di rispettare i tempi previsti. Ma ora rischia di mandare tutto all’aria, nonostante il comunicato ufficiale diffuso ieri. Si lavora sulla proroga da concedere, se ne saprà di più la prossima settimana.

In questa occasione sembrava tutto fatto, ma evidentemente qualcosa è andato storto. Giovanni Galli, ex portiere del Milan, se lo aspettava: “Ho sempre avuto dei dubbi fin dal primo momento. Non perché non conoscessi i cinesi, ma solamente perché ho sempre fatto fatica a vedere Berlusconi fare un passo indietro su questa situazione. Lui ancora presidente? Non vedo perché no, ha incassato 200 milioni di euro senza fare nulla, ha dimostrato ancora una volta le sue abilità da imprenditore“.

Continuano ad essere anni difficili per i rossoneri, senza campioni in squadra. Ma Galli sottolinea l’aspetto positivo di questo fattore: “Questo ha portato ad una valorizzazione del patrimonio straordinario. Donnarumma, Calabria, De Sciglio, Locatelli. Tre o cinque anni fa, questi giocatori sarebbero stati mandati in prestito in giro per l’Italia. Donnarumma? E’ un ragazzo intelligente, ama il Milan, ha fatto di tutto pur di arrivare a vestire la maglia rossonera, non riesco a vederselo da altre parti. Se rimane Berlusconi, il portiere non andrà via“.

 

Redazione MilanLive.it