Carlos Bacca
Carlos Bacca scivola sul rigore (©Getty Images)

MILAN NEWS – Un rigore, tra l’altro calciato male e pure da ripetere, può cambiare la sua stagione positivamente. Carlos Bacca contro il Sassuolo ha segnato un penalty goffo che però è risultato decisivo sia per la vittoria del Milan in trasferta, sia per il suo andamento stagionale finora non così continuo e brillante.

Il centravanti colombiano, considerato tra i più letali della Serie A, è arrivato domenica scorsa in doppia cifra: 10 reti tra campionato e coppe, un discreto bottino che però ora va incrementato. La Gazzetta dello Sport oggi elogia il comportamento di Bacca nel successo di Reggio Emilia, dove oltre al rigore vincente aveva timbrato il cartellino con uno splendido gol di testa, poi però annullato per giusta segnalazione di fuorigioco. L’esultanza dell’ex Siviglia, prima di accorgersi dello stop arbitrale, era stata liberatoria, verso quei tifosi che lo hanno fischiato anche recentemente.

La cena offerta ai compagni e allo staff tecnico, le scuse per qualche atteggiamento sbagliato, il gol-vittoria contro il Sassuolo. Il Milan finalmente sembra tornare ad intravedere quel Bacca umile, concentrato e letale sotto porta, il classico attaccante che ti risolve le partite complicate. I rossoneri hanno un bisogno atavico dei suoi gol per puntare a quell’Europa tanto cara a Carlos, vincitore di ben due edizioni di Europa League con la maglia del Siviglia. Marzo può essere il suo mese, quello dell’esordio con la maglia del Junior di Barranquilla, quello dei gol pesanti a livello europeo. Già stasera con il Chievo si attendono conferme.

 

Redazione MilanLive.it