Andriy Shevchenko Ciro Ferrara
Andriy Shevchenko vs Ciro Ferrara in Juventus-Milan (Foto acmilan.com)

MILAN NEWS – Negli ultimi 40 anni bianconeri e rossoneri si sono affrontati spesso nel mese di marzo a Torino. Lo stesso accadrà tra qualche giorno, precisamente venerdì 10 marzo quando lo Stadium sarà il palcoscenico per l’ennesima sfida (la quarta in questa stagione) tra Juventus e Milan. I colleghi di acmilan.com hanno raccontato 5 storiche sfide tra le squadre più vincenti d’Italia. Ecco racconto e tabellino di quei match, rigorosamente in ordine cronologico:

  • 14 MARZO 1976: JUVENTUS-MILAN 1-1
    È la stagione in cui Torino e Juventus dominano il Campionato. Il Milan, che arriverà terzo a distanza non siderale dalle due torinesi, a marzo ha ancora una possibilità di inserirsi davvero nella lotta per il titolo. Deve però vincere a Torino, proprio contro la Juventus. Al termine del primo tempo, i rossoneri sono in vantaggio 1-0 grazie ad un gol di Sabadini. Nella ripresa, i bianconeri pareggiano con Capello. Nei minuti finali la giovane speranza rossonera in attacco, Francesco Vincenzi, viene espulsa per proteste eccessive nei confronti dell’arbitro Agnolin. Lo Juve-Milan del marzo 1976 è l’unica gara disputata a Torino con Giovanni Trapattoni sulla panchina del Milan e avversario dei bianconeri.

IL TABELLINO: JUVENTUS-MILAN 1-1

JUVENTUS: Zoff, Gentile, Tardelli, Cuccureddu, Spinosi, Scirea, Damiani (25’st Anastasi), Causio, Gori, Capello, Bettega. All.: Parola.

MILAN: Albertosi, Sabadini, Anquilletti, Turone, Bet, Maldera, Gorin, Benetti, Vincenzi, Bigon, Chiarugi. All.: Trapattoni.
Arbitro: Agnolin.
Gol: 30′ Sabadini (M), 15’st Capello (J).
Espulso: 40’st Vincenzi.

 

  • 13 MARZO 1977: JUVENTUS-MILAN 2-1
    Nereo Rocco era arrivato da poche domeniche al capezzale del Milan in zona salvezza, sostituendo Pippo Marchioro. Partito con una sconfitta a Perugia, il Paròn si era ripreso con quattro punti in tre partite che in quella stagione ’76-77 erano merce rara con i due punti per la vittoria. Ma ecco tornare sulla sua strada la cara vecchia nemica di sempre, la Juventus. Alla quinta giornata di ritorno, il Milan in calzoncini neri, una rarità per quei tempi, passa in vantaggio al terzo minuto con una autorete di Scirea. Ma i rossoneri si innervosiscono e si disuniscono a 5 minuti dalla fine del primo tempo, per un rigore concesso ai bianconeri e trasformato da Boninsegna. Poi segnerà anche Causio. Sibillino il tecnico rossonero a fine gara: “Il rigore? Leggerò domani sui vostri giornali”. Le cronache fanno notare che il bianconero Romeo Benetti, fino alla stagione precedente veterano del Milan, e il rossonero Gianni Rivera si ignorano durante la partita e durante l’intero pomeriggio.

IL TABELLINO: JUVENTUS-MILAN 2-1

JUVENTUS: Zoff, Cuccureddu, Gentile, Furino, Morini, Scirea, Causio, Tardelli, Boninsegna, Benetti, Bettega. All.: Trapattoni.

MILAN: Albertosi, Anquilletti, Maldera, Turone, Bet, Morini (33′ Sabadini), Gorin, Capello, Bigon, Rivera, Calloni. DT: Rocco.
Arbitro: Barbaresco.
Gol: 3′ aut. Scirea, 38′ rig. Boninsegna, 40′ Causio.

 

  • 14 MARZO 2004: JUVENTUS-MILAN 1-3
    È la partita nella quale il Milan di Carlo Ancelotti elimina la Juventus di Marcello Lippi dalla lotta Scudetto. I rossoneri all’andata erano stati fermati sull’1-1 a San Siro, ma prima del match di ritorno sono in testa alla classifica. Tutti in casa rossonera sanno che per dare davvero corpo alle ambizioni scudetto, non bisogna perdere a Torino. E così accade, con un Milan che domina soprattutto nella ripresa, con una doppietta di Seedorf, dopo il gol di Shevchenko nel primo tempo. Tra i migliori in campo, Cafu. È la gara che induce Adriano Galliani a coniare il termine “I Meravigliosi” per i giocatori rossoneri di quelle stagioni, campioni reduci dal trionfo europeo di Manchester e destinati alla conquista dello scudetto numero 17 della storia del Milan.

IL TABELLINO: JUVENTUS-MILAN 1-3

JUVENTUS: Buffon, Thuram, Ferrara, Legrottaglie, Pessotto (12’st Miccoli), Camoranesi, Conte, Tacchinardi, Appiah, Nedved, Di Vaio. All.: Lippi.

MILAN: Dida, Cafu, Nesta (12′ Costacurta), P. Maldini, Pancaro, Gattuso, Pirlo, Seedorf (35’st Rui Costa), Kakà, F. Inzaghi (24’st Ambrosini), Shevchenko. All.: Ancelotti.
Arbitro: Collina.
Gol: 25′ Shevchenko (M), 19’st Seedorf (M), 31’st Seedorf (M), 37’st Ferrara (J).

 

  • 12 MARZO 2006: JUVENTUS-MILAN 0-0
    Gara tesa e nervosa. Il Milan non va in campo sereno per tanti motivi e nella ripresa Rino Gattuso viene espulso dall’arbitro De Santis. Il terreno di gioco in condizioni non buone impedisce alle due squadre di esprimersi al meglio. Lo 0-0 è uno di quei pareggi su cui Fabio Capello ha saputo costruire tanti scudetti anche nei suoi anni in rossonero. Il Milan era reduce da 5 vittorie consecutive in campionato, ma 4 giorni prima del confronto con la Juventus a Torino la squadra rossonera aveva affrontato un duro impegno in Champions League a San Siro contro il Bayern Monaco.

IL TABELLINO: JUVENTUS-MILAN 0-0

JUVENTUS: Buffon, Zebina, Thuram, Cannavaro, Chiellini, Mutu, Emerson, Vieira, Nedved, Trezeguet, Ibrahimovic (1’st Del Piero). All.: Capello.
MILAN: Dida, Stam (14′ Costacurta), Nesta, Kaladze, Serginho, Gattuso, Pirlo, Seedorf (34’st Ambrosini), Kakà, Shevchenko, F. Inzaghi (22’st Gilardino). All.: Ancelotti.
Arbitro: De Santis.

  • 5 MARZO 2011: JUVENTUS-MILAN 0-1
    È il famoso sabato sera del gol decisivo di Rino Gattuso, segnato al suo amico Gigi Buffon, con la fascia di capitano. Una rete scudetto da 3 punti per il Milan, ma anche una rete benefica. Il supertifoso rossonero Mario Volanti, patron di Radio Italia, aveva promesso a Gattuso una donazione di 30.000 euro a favore di Fondazione Milan se lui avesse segnato il gol della vittoria. Una promessa che venne mantenuta a tutti gli effetti. Si tratta della penultima apparizione di Marek Jankulovski con la maglia del Milan, l’ultima con il giocatore ceco in campo dall’inizio alla fine della gara. Al termine della partita, i sostenitori juventini contestarono la squadra e il tecnico Delneri.

IL TABELLINO: JUVENTUS-MILAN 0-1

JUVENTUS: Buffon, Sorensen, Barzagli, Chiellini, Traoré (40’st Bonucci), Krasic, Marchisio, Felipe Melo, Martinez, Toni (18’st Iaquinta), Matri (36’st Del Piero). All.: Delneri.

MILAN: Abbiati, Abate, Nesta, Thiago Silva, Jankulovski, Gattuso, Van Bommel, Flamini, Boateng (1’st Robinho), Ibrahimovic, Cassano (26’st Seedorf). All.: Allegri.
Arbitro: Rizzoli.
Gol: 23’st Gattuso.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it