Silvio Berlusconi Yonghong Li
Silvio Berlusconi e Yonghong Li (Photo by Xh Sports)

MILAN NEWS – Il closing Milan in queste ore passa dalle ‘maratone’ vere e proprie tra studi di avvocati e degli advisor che stanno seguendo la vicenda dal punto di vista legale e burocratico. Saltata la scadenza del 3 marzo, ora c’è da riorganizzare il tutto con nuovi step e tempistiche diverse.

L’intenzione delle parti, come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, è quella di continuare a trattare, con Fininvest che al momento esclude rotture con la controparte cinese Sino-Europe Sports. Dalla Cina fanno addirittura sapere che Yonghong Li, figura centrale della cordata asiatica, è pronto ad accelerare e avrebbe anche messo insieme i 100 milioni utili per la terza caparra. Si parlava del 10 marzo, ovvero venerdì prossimo, come termine ultimo per il versamento di questa garanzia economica, ma non sarebbe così incredibile se le parti si aggiornassero anche a partire dalla prossima settimana.

Altro tema centrale in questa fase è la rivisitazione del contratto preliminare, che propri gli advisor stanno riscrivendo in queste ore. Fininvest ritiene prioritaria la caparra, mente il fondo cinese preferisce prima esaminare proprio il contratto in questione, per non ritrovarsi con l’acqua alla gola ed agire con maggiore serenità e calma verso il closing. Fatto sta che da Milano sono richieste nuove garanzie concrete agli investitori di SES, visto che c’è tutta la volontà di chiudere positivamente l’affare Milan, evitando però un quarto clamoroso rinvio.

 

Redazione MilanLive.it