Adriano Galliani
Adriano Galliani (©Getty Images)

MILAN NEWSAdriano Galliani in serata è intervenuto ai microfoni di Milan TV ed ha avuto modo di parlare della clamorosa rimonta subita dal Paris Saint Germain contro il Barcellona in Champions League, del rapporto con Ariedo Braida e della sfida di domani contro la Juventus a Torino.

Per quanto concerne il sorprendente k.o. per 6-1 del PSG al Camp Nou, l’amministratore delegato del Milan ha espresso le seguenti considerazioni: “Noi abbiamo avuto Istanbul, ne sappiamo qualcosa. Ovviamente queste partite lasciano strascichi, mi ricordo l’estate del 2005 quando Gattuso venne spesso a cercarmi ma riuscii a convincerlo a restare e dopo due anni arrivò la rivincita di Atene. Auguro al PSG di superare questa sconfitta e riprendersi”.

Sul rapporto con Braida, ex dirigente rossonero e oggi nei quadri societari del Barcellona, Galliani ha raccontato come è nata la loro amicizia oltre che la collaborazione lavorativa: “Siamo amici dall’autunno del 1975. Giocava nel Palermo e io avevo appena acquisito quote del Monza, venne da noi e poi smise di giocare. Io ed altri lo abbiamo voluto come dirigente del club. Quando poi Berlusconi comprò il Milan io insistetti per Braida ed è rimasto 27 anni in rossonero. E’ come un fratello per me. Ci siamo sentiti ieri mattina per una telefonata pro Milan, ho avuto chiara la situazione di Deulofeu”. Il Barça ha un diritto di recompra sul Gerard Deulofeu.

Infine lo storico a.d. del Milan ha affrontato il tema riguardante la complicata trasferta di Torino contro la Juventus domani sera: “Stiamo tranquilli, da un po’ facciamo bene contro i bianconeri. Il nuovo stadio ha creato un atmosfera e clima meraviglioso, gli ha portato qualche punto in più. Non è casuale che la Juventus da quando gioca allo Stadium non abbia più perso dal 2015. Ma prima o poi capiterà, non so se già domani…”.

 

Redazione MilanLive.it