Bacca protesta contro Doveri, di fronte a Galliani e Montella (immagine Sky Sport)

MILAN NEWS – Strascichi negativi, ricchi di rabbia e nervosismo. Rapporti tesi più che mai e squalifiche in arrivo. E’ successo di tutto nel finale di Juventus-Milan, a partire dal rigore molto dubbio assegnato a tempo scaduto dall’arbitro Davide Massa ai padroni di casa, quando i rossoneri già pregustavano un meritato pareggio in trasferta.

Alla rabbia vista già sul campo da gioco, in particolare di Carlos Bacca scagliatosi contro Massa e l’assistente di porta Doveri dopo il fischio finale, si è unita anche quella ‘invisibile’ negli spogliatoi. Come è ormai noto alcuni elementi della squadra rossonera avrebbero danneggiato in qualche modo l’interno dello Stadium tra scritte, oggetti distrutti e pungi alle pareti dello spogliatoio che ospitava il Milan. Insomma tanta acredine per una sconfitta che in casa rossonera è stata indicata come ingiusta e decisa dall’atteggiamento errato degli arbitri.

Intanto, come riporta il Corriere della Sera, a tre giorni dal tanto discusso match, non c’è alcun segnale di riconciliazione tra Juventus e Milan, club storicamente rivali ma che da un punto di vista dirigenziale si sono sempre stimati, visti i buoni rapporti tra Adriano Galliani e Beppe Marotta. Ma le due società sembrano essere al momento decisamente in conflitto; la Juve denuncia i danni al proprio spogliatoio, il Milan non fa ‘mea culpa’ e preferisce non commentare. Addirittura da via Aldo Ross arriva una risposta provocatoria: peggio un sotto passaggio danneggiato o l’esposizione pubblica di due Scudetti in realtà revocati dalla FIGC?

 

Redazione Milanlive.it