Montella chiama, Ocampos risponde: il Milan scopre l’argentino

Lucas Ocampos Diego Laxalt
Lucas Ocampos e Diego Laxalt (©Getty Images)

MILAN NEWS – Una bella serata per il Milan. Che avrebbe potuto evitare la sofferenza finale, ma tutto sommato non ci si può lamentare. La squadra ha dominato in lungo e in largo per tutti e 90′, con un Gianluigi Donnarumma praticamente inoperoso. Tante occasioni create nella ripresa, nessuna concretizzata. Molte di queste nate dalle giocate di Lucas Ocampos.

E’ stato proprio l’ex della serata uno dei migliori in campo, se non il. Una prestazione parecchio convincente, arrivata nel momento più opportuno. Fino ad ora l’argentino non era riuscito a dimostrare il suo talento, tanto da far pensare fin da ora che i rossoneri non lo avrebbero riscattato. Con l’infortunio di Suso, Vincenzo Montella ha continuato a puntare su di lui, e lo ha fatto anche ieri sera, quando invece qualcuno aveva ipotizzato un Keisuke Honda titolare al suo posto.

E invece Ocampos è sceso in campo dal primo minuto. Scelta più che azzeccata quella del tecnico campano. Prima a sinistra, poi a destra; poi ancora a sinistra e di nuovo a destra. Scambi di posizione continui con Gerard Deulofeu, ma che non hanno minimamente influito sulla sua prestazione: ha fatto ammattire entrambi i terzini, Armando Izzo da una parte e Diego Laxalt dall’altra, a forza di dribbling, velocità e anche forza fisica. Ha sfiorato la rete in più occasioni, ma senza riuscirci; gli è mancata un po’ di lucidità sotto porta, anche perché costretto ad uno sforzo fisico per aiutare la squadra in fase di copertura.

L’ex River Plate ha dato delle risposte, proprio quelle che chiedeva e si aspettava l’allenatore. Ma dovrà dimostrare queste stesse qualità anche in partite più complicate sulla carta. Il derby del 15 aprile può essere l’opportunità giusta per convincere il Milan a riscattarlo. Montella permettendo però, perché per quella data potrebbe tornare Suso. Comunque i rossoneri ragionano sul suo futuro: la possibilità di riscattarlo è rimasta al Genoa, il prezzo è legato al numero di reti (7 milioni per 7 gol, 9 per 9 o 11 per 11). La società di via Aldo Rossi potrebbe poi trattare con i rossoblu per l’acquisto definitivo.

 

Pasquale La Ragione – Redazione MilanLive.it