Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Ieri è andato in scena il CdA del Milan, forse l’ultimo consiglio con gli attuali membri in carica, visto che con il closing ormai verso la decisiva definizione cambieranno probabilmente tutte le figure centrali del club rossonero.

Ieri, come riporta la Gazzetta dello Sport, sono state stabilite le tappe di un mese che cambierà il volto al Milan: il 14 aprile convocata la prima Assemblea dei soci, quella che delibererà finalmente il passaggio di proprietà. Il 5 maggio seconda convocazione, ma da Casa Milan fanno intendere come si definirà tutto al primo appello, esattamente tra diciassette giorni. Oltre a questa data Silvio Berlusconi ed i suoi collaboratori non vogliono andare, dunque le firme con Yonghong Li, ormai unico investitore cinese rimasto, dovranno forzatamente arrivare nel giorno che anticipa anche il derby di ritorno con l’Inter.

Poi scatterà il rituale cinese: la delegazione sarà ospite della sede rossonera, con visita al Museo e ai luoghi sacri del club, mentre la conferenza stampa di presentazione dovrà essere organizzata poche ore dopo. Il problema è che c’è Inter-Milan il 15 alle ore 12,30 e svolgere tale conferenza di pomeriggio sarebbe un danno per il fuso orario cinese. Insomma c’è da mettersi d’accordo per tempistiche e orari, ma l’impressione è che sia tutto soltanto una grossa formalità, certamente più semplice da risolvere rispetto al closing stesso che fa penare casa Milan da troppi mesi.

 

Redazione MilanLive.it