Lorenzo Pellegrini
Lorenzo Pellegrini (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Ora che il closing Milan appare una vicenda meno complessa e più facilmente districabile, si può tornare a progettare qualche importante mossa per il futuro della squadra rossonera, in particolare dal punto di vista del mercato estivo.

Il futuro d.s. Massimiliano Mirabelli, già al lavoro sotto traccia per vari obiettivi ormai da tempo, dovrebbe finalmente poter lavorare con meno pressione e più sicurezza, cercando di far fruttare le proprie conoscenze calcistiche e lo sguardo sempre attento e curioso sui migliori talenti italiani ed internazionali. In tal senso è prevista la presenza del dirigente rossonero già sabato in quel di Reggio Emilia.

Calciomercato Milan, tentazione Pellegrini per il futuro

Come detto sabato Mirabelli sarà presumibilmente al Mapei Stadium, per visionare Sassuolo-Lazio, sfida che interessa il Milan sia dal punto di vista della classifica che da quello strettamente legato al mercato futuro. Vari i calciatori delle due contendenti che piacciono ai rossoneri: da Balde Keita, che resta uno degli obiettivi principali per l’estate, fino a Domenico Berardi passando per un minimo interesse mostrato anche per Lucas Biglia, capitano della Lazio che però difficilmente lascerà la capitale. Ma il nome forte, secondo la Gazzetta dello Sport, è quello di Lorenzo Pellegrini, centrocampista tuttofare classe ’96.

La ‘rosea’ parla di come Pellegrini sia un vero e proprio pupillo di Vincenzo Montella, visto che nelle giovanili della Roma fu l’allora esordiente allenatore a lanciarlo e cambiargli ruolo, da attaccante a mezzala. Un cambiamento tattico decisivo per la carriera in ascesa del giovanissimo calciatore romano, passato dal 2015 al Sassuolo. Il Milan proverà a sondare il terreno anche se la Roma stessa vanta un diritto di ‘recompra’ a giugno per circa 11 milioni di euro. Ma l’agente Pocetta sa bene che Pellegrini potrebbe essere tentato dal suo vecchio maestro Montella e compiere lo stesso percorso di Alessio Romagnoli e Andrea Bertolacci.

 

Redazione MilanLive.it