Home Milan News Capello: “Locatelli, che personalità. Cessione Milan? Non mi esprimo”

Capello: “Locatelli, che personalità. Cessione Milan? Non mi esprimo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:37
Fabio Capello
Fabio Capello (©Getty Images)

MILAN NEWSFabio Capello è tra gli allenatori che hanno fatto la storia del Milan. Dopo il ciclo strepitoso di Arrigo Sacchi, è arrivato il suo con 4 Scudetti, 3 Supercoppe Italiane, 1 Champions League e 1 Supercoppa Europea tra il 1991 e il 1996. Negativo il ritorno nella stagione 1997-98, ma è una parentesi archiviata.

Adesso l’allenatore di Pieris è senza squadra, dopo aver concluso le esperienze sulle panchine delle nazionali di Inghilterra e Russia tra il 2008 e il 2015. Nonostante alcune voci di un possibile ritorno, Don Fabio rimane senza allenare e si accontenta di fare il commentatore/opinionista. Sicuramente autorevoli le prese di posizione di un tecnico così vincente.

Ai microfoni del sito ufficiale dell’UEFA ha avuto modo di spendere alcuni giovani talenti italiani. Tra questi c’è Manuel Locatelli del Milan: “Donnarumma non è più nelle giovanili, quindi direi (Federico) Chiesa della Fiorentina, che ha 18 anni e gioca nell’Under 21. Penso anche che (Manuel) Locatelli abbia un bel futuro. Ci sono anche molti altri giovani, come (Federico) Bernardeschi, (Domenico) Berardi, che sono grandi giocatori, ma i due che ho nominato prima hanno qualcosa in più degli altri: il primo per velocità, il secondo per personalità, perché per giocare a centrocampo bisogna averne molta”.

Capello ritiene che Locatelli sia un talento dal futuro quasi assicurato, visto il carattere e le qualità dimostrate. Ma se l’ex tecnico rossonero si sbilancia sul 19enne centrocampista, non lo fa invece sulle vicende societarie del Milan quando viene interpellato dal Corriere dello Sport nell’ambito di un confronto con l’Inter: “Nella vicenda del Milan non voglio entrare. Dell’Inter dico che il prossimo anno sarà l’avversaria numero uno della Juventus nella corsa allo scudetto. Suning ha risorse economiche e Pioli sfrutterà le conoscenze acquisite in questi mesi per dare le indicazioni necessarie ad acquistare i giocatori giusti”. No comment sul Diavolo ed elogi invece per la proprietà nerazzurra. Strano che uno come Don Fabio non si sia espresso sul Milan, visto che solitamente non è uno che si tira indietro.

 

Redazione MilanLive.it