Caressa rivela: “La Juventus chiese a Sky di cacciarmi”

Fabio Caressa (
Fabio Caressa (foto Sky Sport)

Fabio Caressa, noto giornalista di Sky Sport, è noto per le sue telecronache durante le partite. Ovviamente i commenti di un telecronista possono piace o no, fa parte del gioco. Però un conto è il parere dei tifosi e un altro sono le intromissioni delle società.

Stando a quanto rivelato dallo stesso Caressa durante un incontro tenutosi all’università Bocconi di Milano, nel 2004 la Juventus esercitò pressioni affinché lui e Beppe Bergomi venissero cacciati da Sky Sport dopo un Bologna-Juventus 0-1 in cui l’arbitro Pieri non concesse due rigori ai padroni di casa e loro due lo evidenziarono. Il giornalista ricorda così quell’episodio: “La dirigenza della Juventus telefonò all’allora amministratore delegato di Sky per chiedere la testa mia e di Beppe Bergomi – riporta IlFattoQuotidiano.it -. È stata una pagina molto brutta e io sono stato testimone di quello che accadeva”.

Sky, però, non si piegò alle richieste della Juventus e confermò la fiducia sia a Caressa che a Bergomi: “Il nostro dirigente ci disse di ricordarci che noi siamo Sky e che, visto che siamo noi a dare i soldi alla Juventus per i diritti, magari un giorno chiederemo noi di decidere il loro allenatore ma loro non decideranno mai su quello che deve fare Sky”. Non è sempre facile non assecondare il volere di un soggetto potente, ma un colosso come quello Rupert Murdoch non poteva certamente piegarsi ai desideri di un club, per quanto influente come quello bianconero. Soprattutto ai tempi di Luciano Moggi…

 

Redazione MilanLive.it