Suso
Suso (©Getty Images)

Il Milan riscatta il deludente pareggio di Pescara demolendo 4-0 il Palermo a San Siro. Una vittoria molto importante, arrivata con la giusta reazione di carattere e qualità di gioco da parte dei rossoneri. Di fronte non c’era l’avversario più irresistibile del campionato, ma la lezione di domenica scorsa insegna che non bisogna mai sottovalutare nessuno.

Protagonista assoluto del successo odierno è Suso, al rientro dopo circa un mese di assenza e subito decisivo. Sua la rete del vantaggio su una punizione magistrale e suo l’assist-gol per il 2-0 di Mario Pasalic. Prestazione straordinaria per lo spagnolo, che dimostra di essere in ottima condizione e con un piede sinistro molto caldo in vista del derby di sabato contro l’Inter. La sua assenza si è sentita nelle scorse partite, ma per fortuna adesso l’ex Liverpool è tornato a disposizione e l’infortunio muscolare è archiviato.

Protagonista di una prova molto positiva anche Davide Calabria, sempre puntuale nel proporsi in fase offensiva e nel ripiegare in quella difensiva. Suo il cross preciso per la testa di Carlos Bacca in occasione del 3-0. L’assenza di Ignazio Abate e il ritorno a sinistra di Mattia De Sciglio gli hanno permesso di essere titolare a destra, dove potrebbe essere confermato anche nel derby. Positiva anche la prestazione di Gerard Deulofeu. Sua la rete del 4-0 finale con un bel tiro all’angolino che si è insaccato in rete, poi dedica speciale alla figlia Sara che nascerà nelle prossime ore. Lo spagnolo si conferma elemento prezioso per il Milan, che sicuramente in estate si impegnerà per cercare di trattenerlo nonostante lo scontato riacquisto da parte del Barcellona per 12 milioni. Geri merita un investimento, ha talento e può veramente diventare un giocatore importante in rossonero.

Vincenzo Montella oggi non ritrova solamente i 3 punti e una squadra rivitalizzata dopo il passo falso di Pescara. C’è stato infatti anche il sorpasso al sesto posto della classifica sull’Inter, ora a -2, e la riduzione del gap dalla quinta piazza occupata dall’Atalanta (+2). Vincere il derby diventa fondamentale per provare a puntare all’ingresso diretto in Europa League, senza dover passare per il fastidioso preliminare. Non sarà facile, alla luce pure della squalifica di un Pasalic davvero ingenuo nel farsi ammonire oggi. Gli inserimenti in area avversaria del croato possono essere letali e mancheranno sabato. Però c’è lo stesso la possibilità di fare bene e di conquistare tre punti importanti, sperando che l’Atalanta perda all’Olimpico contro la Roma.

Prima della super sfida contro l’Inter ci dovrebbe essere il tanto atteso closing della cessione del Milan, con Fininvest che cederà il 99,93% delle quote azionarie alla Rossoneri Sport Investment Lux di Yonghong Li. Differentemente da quanto avvenuto a dicembre e a marzo, questa volta i soldi ci dovrebbero essere e dunque l’operazione dovrebbe chiudersi. Usare il condizionale è d’obbligo, visti i precedenti. Ad ogni modo, aspetteremo e valuteremo. Se cambio di proprietà sarà, attenderemo alla prova dei fatti il nuovo corso rossonero. I rinnovi di alcuni ‘big’ della squadra e la campagna di rafforzamento nel prossimo calciomercato estivo saranno i primi test da superare.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)