Carlos Bacca
Carlos Bacca in Inter-Milan (©getty images)

MILAN NEWS – Sotto i suoi standard realizzativi, quasi doppiato da gente come Dzeko o Belotti. La stagione di Carlos Bacca, nata con auspici completamente differenti, si sta rivelando decisamente negativa nonostante la fiducia dell’ambiente milanista nei suoi confronti.

L’attaccante colombiano, sia in estate che in inverno pronto a respingere ogni offerta per restare al Milan, ha fallito anche la prova d’appello. Non sono tanto i numeri a far disperare (14 reti stagionali finora) bensì le prestazioni complessive dell’ex Siviglia, che difficilmente raggiunge la sufficienza se non timbra il cartellino. Poco aiuto ai compagni, scarsa applicazione nel modo di giocare del Milan di Vincenzo Montella, un feeling tra alti e bassi proprio con l’allenatore campano. Impossibile dimenticare alcune sfuriate di Bacca al momento della sostituzione.

Il Corriere dello Sport è sicuro: il destino di Bacca sarà lontano da Milanello, visto che la nuova dirigenza cerca un centravanti più giovane e tatticamente più utile alla fase di impostazione e costruzione del gioco. I 30 milioni spesi due estati fa per acquistare il colombiano sono fruttati soltanto nella sua prima stagione in Serie A, con Bacca autore di 20 reti e giunto alle spalle dei ‘top’ Higuain e Dybala. Quest’anno la musica è diversa, come se fosse cominciata una parabola discendente per un calciatore di base ancora letale, ma evidentemente arresosi all’idea di lasciare il club a fine stagione.

 

Redazione MilanLive.it