Suso Francesco Magnanelli
Suso e Francesco Magnanelli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Una delle priorità del nuovo Milan a livello di rosa e parco giocatori è quello di blindare quei 3-4 elementi con il contratto ancora in discussione. Tra i nodi principali c’è quello di Jesus Suso, esterno spagnolo che vedrà il suo accordo scadere a giugno 2019.

Come riporta oggi Calciomercato.com, era stato trovato un nuovo accordo già due mesi fa. Era esattamente il 21 febbraio, quando Adriano Galliani incontrava l’entourage del calciatore spagnolo a Casa Milan. Un meeting positivo conclusosi con strette di mano e sorrisi, oltre che la promessa di rivedersi in tempi brevi per le firme ufficiali. Pronto un rinnovo fino al 2021 con ingaggio alzato a 2,5 milioni di euro più bonus a stagione. Tutti felici e contenti, Suso compreso, ma le vicende societarie hanno bloccato il tutto, visto l’imminente closing con i cinesi ed il cambio ai vertici del management rossonero.

Ora è tutto da rifare, toccherà a Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli mettersi di nuovo in contatto con gli agenti di Suso e negoziare il rinnovo. Un’operazione all’apparenza semplice, visti i buoni propositi di due mesi fa, ma pare che siano spuntate insidiose complicazioni: in primis sia il calciatore che l’entourage vogliono saperne di più sul progetto tecnico e le potenzialità della società cinese che ha sostituito Fininvest alla guida del Milan. Inoltre Suso ha alzato l’asticella sulle richieste contrattuali: vuole ora almeno 3 milioni netti di ingaggio a stagione, al passo con i top player del campionato italiano. Filtra ottimismo da Casa Milan, ma i primi contatti devono ancora essere programmati.

 

Redazione MilanLive.it