Gianluca Lapadula Bellusci
Gianluca Lapadula vs Bellusci (©Getty Images)

Pessima prestazione del Milan che viene sconfitto a San Siro dall’Empoli per 2-1. Primo tempo completamente buttato e chiuso in svantaggio di un gol. Nella ripresa la sveglia arriva quasi subito, ma Suso sbaglia clamorosamente un calcio di rigore. Raddoppio siglato da Thiam. Skorupski salva più volte il risultato, ma al 71′ arriva il pareggio di Gianluca Lapadula. L’assalto finale non produce gli effetti sperati e i rossonero escono con zero punti.

Milan-Empoli: tabellino, voti e pagelle

Marcatori: 40′ Mchedlidze; 67′ Thiam; 71′ Lapadula.

Ammoniti: Sosa, De Sciglio, Lapadula, Tello, Bellusci.

Espulsi: /

MILAN: Donnarumma 6,5; Calabria 5,5, Zapata 4.5, Paletta 5, De Sciglio 5 (Dal 70′ Ocampos 6); Pasalic 5,5, Sosa 4,5, Fernandez 5 (Dal 63′ Bacca 5,5); Suso 5 (Dal 88′ Honda sv), Lapadula 6, Deulofeu 5.
A disposizione: Storari, Plizzari, Gomez, Romagnoli, Vangioni, Kucka, Poli, Locatelli, Honda, Ocampos, Bacca, Cutrone.

EMPOLI: Skorupski 7; Laurini 7, Bellusci 7, Barba 6,5, Pasqual 6,5; Josè Mauri 6, Dioussè 6,5, Croce 6,5; El Kaddouri 6.5; Thiam 6,5, Mchedlidze 6,5.
A disposizione: Pugliesi, Pelagotti, Costa, Veseli, Dimarco, Zambelli, Tello, Buchel, Zajc, Pucciarelli, Maccarone, Marilungo.

Milan-Empoli: le pagelle dei rossoneri!

Donnarumma 6,5: incolpevole sui gol, salva in ben tre occasioni la squadra con altrettante parate decisive.

Calabria 5,5: buona partita in fase offensiva, nella quale spiccano diversi cross di ottima fattura. Non benissimo invece in fase difensiva, dove è troppe volte perde il diretto avversario.

Zapata 4.5: errore in marcatura sullo 0-1 e anche nello 0-2, oltre ad altre imprecisioni tecniche nel corso della partita.

Paletta 5,5: fa il suo lavoro, ma non è abbastanza per avere la meglio dell’attacco avversario. Non è lo stesso di quale settimana fa.

De Sciglio 5: inesistente in fase offensiva, fa quel che può in difesa visti i palesi limiti tecnico-tattici. Non sembra esserci con la testa e San Siro lo fischia pesantemente all’uscita (Dal 70′ Ocampos 6: positivo il suo ingresso in campo. Colpisce anche una clamorosa traversa sull’1-2).

Pasalic 5,5: non abbastanza presente in fase di contenimento. Puntuale invece negli inserimenti offensivi, ma non riesce a trovare il gol. E’ lui che si guadagna il rigore.

Sosa 4,5: prestazione deludente in fase di costruzione. Non si libera mai della marcatura e quando ha il pallone tra i piedi è spesso lento o impreciso.

Mati Fernandez 5: troppo spesso relegato sull’esterno sinistra ed è inefficace in entrambe le fasi di gioco. (Dal 63′ Bacca 5.5: cerca di dare il suo apporto alla squadra, ma non riesce a fare l’unica cosa richiesta in quel momento, cioè fare gol)

Suso 5: lento e prevedibile nel corso del match. Va al tiro nei primi minuti in diverse occasioni, ma non impensierisce mai il portiere avversario. Pessimo il rigore calciato sul momentaneo 0-1 che poteva far svoltare il match. (Dall’88’ Honda sv: fa quel che può nei minuti finale, ma non ha la bacchetta magica).

Lapadula 6: corre, lotta e pressa sempre i portatori di palla avversaria. Peccato non riesca a trasmettere la sua grinta ai compagni. Trova il gol in ripartenza con un sinistro chirurgico.

Deulofeu 5: come l’altro connazionale, anche l’ex Everton non è quasi mai incisivo. Tocca molti palloni e punta sempre l’avversario, ma non riesce a creare pericoli concreti. Meglio nei minuti finale quando viene spostato sulla fascia destra, però non bastano i suoi tentativi.

All. Montella 5: squadra lenta, sotto-ritmo e continuamente prevedibile nelle giocate. Il rigore sbagliato pesa molto, ma non ci si può sempre attaccare ad un episodio. La mentalità con la quale è entrata in campo la squadra è assolutamente da condannare. Tante occasioni create sì, ma troppa leziosità e imprecisione al momento di concludere Ancora una volta contro una piccola il Milan soffre ed esce sconfitto. Il treno per l’Europa League è ancora lì, ma Lazio e Atalanta scappano. Il sesto posto per ora è rossonero, ma Fiorentina e Inter sono a pochissimi punti.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it