Carlos Bacca
Carlos Bacca (©Getty Images)

MILAN NEWS – L’esclusione dalla formazione titolare di Carlos Bacca, attaccante del Milan classe ’86 e titolare inamovibile fino a qualche mese fa, appare come un’arma a doppio taglio in casa rossonera. Anche se viste le recenti prestazioni appare una soluzione piuttosto inevitabile.

Infatti, secondo Tuttosport, l’attaccante colombiano merita di lasciare spazio a Gianluca Lapadula visto che attraversa un momento di forma troppo altalenante e la prova nel derby di sabato scorso conferma quanto faccia fatica ad essere brillante sotto porta e nella manovra della sua squadra. Ma allo stesso tempo il Milan lasciandolo in panchina non solo perde quell’efficacia offensiva che Bacca ha tirato fuori almeno 14 vole durante questa stagione, ma rischia seriamente di svalutare il cartellino dell’ex Siviglia in vista del prossimo mercato estivo.

Dopo la sua prima stagione italiana, condita con 20 centri tra campionato e coppe all’interno di un Milan sconclusionato e poco compatto, il valore di Bacca era intorno ai 25-30 milioni di euro, cifre che il West Ham sarebbe anche stato disposto a spendere la scorsa estate. Oggi il prezzo del colombiano lo fanno le sue prestazioni, dunque appare decisamente in calo, ma rischia di essere ancor più svalutato se dovesse restare in panchina nel finale di stagione. L’idea del Milan è quella di vendere al miglior offerente Bacca per rimpiazzarlo con un attaccante di maggior qualità e versatilità, ma in questo modo si rischia solo di lasciarlo in disparte e considerarlo una semplice riserva di quasi 31 anni.

 

Redazione MilanLive.it