Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

MILAN NEWS – La sconfitta contro l’Empoli ha rimesso nuovamente tutto in discussione per la corsa all’Europa League. Il Milan aveva la ghiotta occasione di aumentare la distanza dall’Inter, che sabato sera aveva perso contro la Fiorentina all’Artemio Franchi. Ma i toscani sono riusciti a portare a casa i tre punti da San Siro.

Un risultato inaspettato, soprattutto dopo il pareggio del derby di una settimana fa. Ora il Milan rischia di rovinare di tutto, ma un mancato accesso ai preliminari di Europa League sarebbe un fallimento. I colleghi di Calciomercato.com hanno illustrato i motivi per cui qualificarsi alla seconda competizione europea è fondamentale per il futuro. In primis, per “facilitare” alcune operazioni di mercato. La nuova dirigenza punta in alto e a nomi di grande portata, ma senza la partecipazione ad una coppa europea è difficile convincerli, soprattutto se parliamo di gente come Mateo Musacchio, Cesc Fabregas e Pierre-Emerick Aubameyang, calciatori abituati ai palcoscenici continentali.

L’importanza dell’Europa League è anche di natura economica in termini di ricavi. Certo, non sono come quelli garantiti dalla Champions League, ma sono comunque un buon inizio, soprattutto per una società nuova come quella rossonera. I 48 club partecipanti alla fase a gironi dell’EL possono prevedere un premio di circa 2,6 milioni. Per ogni partita, invece, è previsto un bonus di 360.000 euro a vittoria e 120.000 euro a pareggio. La vincitrice della competizione può arrivare a guadagnare circa 15,71 milioni, senza contare la quota del market pool.

 

Redazione MilanLive.it