Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

MILAN NEWS – Impossibile non fare un’analisi della sconfitta di ieri subita dal Milan in casa contro l’Empoli, squadra che prima del match vinto 2-1 a San Siro aveva totalizzato ben 32 punti in meno in campionato rispetto alla formazione rossonera.

Come scrive Tuttosport a fine partita si è tenuto una sorta di vertice negli spogliatoi dello stadio milanese tra Vincenzo Montella e i dirigenti Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli; i due principali esponenti del management italo-cinese hanno voluto parlare intensamente con il mister per capire i motivi di una sconfitta inaspettata, che complica non poco i piani per l’Europa e rischia di lasciare solo le briciole al Milan, ovvero o il sesto posto che vuol dire preliminare della seconda competizione Uefa, o addirittura la mancata partecipazione come accaduto già negli ultimi tre anni.

Dalla riunione post-partita è fuoriuscita una certezza: mister Montella non si tocca, con i dirigenti che hanno confermato la piena stima e fiducia nel tecnico campano, nonostante i quotidiani odierni puntino il dito in massa nei confronti delle scelte dell’ex allenatore della Sampdoria, non in grado di fare le sostituzioni giuste e di schierare un centrocampo troppo leggero. Montella quindi resta saldo sulla panchina del Milan, ma l’obiettivo europeo non deve sfuggirgli di mano: sarà la base di partenza per costruire una squadra davvero competitiva e da alta classifica.

 

Redazione MilanLive.it