Alberto Zaccheroni
Alberto Zaccheroni (©Getty Images)

MILAN NEWS – L’allenatore del 16° scudetto milanista, Alberto Zaccheroni, ha commentato la situazione attuale del Milan. La squadra è al momento al sesto posto, con il rischio concreto di non rientrare per i doppi preliminari di Europa League. L’esclusione, ancora una volta, dalle coppe europee potrebbe creare non pochi problemi alla nuova proprietà: anche Vincenzo Montella non sarebbe poi così intoccabile.

Proprio relativamente all’attuale tecnico, Zaccheroni ha detto la sua, facendo il paragone con Stefano Pioli. Nei due derby della stagione, le sfide si sono concluse con il medesimo punteggio, anche se l’ultima ha visto i rossoneri rimontare dal 2-0 all’ultimo respiro: “Sul piano tattico e della preparazione delle partite, credo che Pioli sia davanti a lui. La sua Inter però – riferisce a Radio 24 – non mi convinceva nemmeno prima che arrivasse lui. Ho la sensazione che in nerazzurro non ci sia uno zoccolo duro di giocatori nello spogliatoio”. 

Infine, ancora su Montella, è interessante il paragone che Zaccheroni fa con il suo Milan nella stagione 1998-1999, mettendo in evidenza la ‘non’ presenza di Silvio Berlusconi: “La fortuna di Vincenzo quest’anno è stata quella di non avere pressione, un vantaggio che ebbi anche io. Con Berlusconi in uscita, non c’erano pressioni per il tecnico”.  

Analisi, quest’ultima, già riproposta qualche mese fa da Zaccheroni: “Non c’è la pressione degli anni precedenti per il momento societario e i dirigenti non hanno la pressione di acquistare giocatori all’altezza. Ma questo clima disteso può anche essere un ostacolo, può portare ad un approccio alla partita diverso. E infatti la squadra non sempre entra in campo con il piglio giusto”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it