Marco Fassone Vincenzo Montella
Marco Fassone e Vincenzo Montella (©Getty Images)

MILAN NEWS – La parola chiave per il Milan del futuro è una sola: Europa. Imprescindibile il ritorno dei rossoneri alle competizioni UEFA dopo quasi quattro anni di assenza, in quello che rappresenta il periodo più buio e anonimo degli ultimi trent’anni di storia.

Il closing della cessione del Milan che ha portato il club nelle mani dei proprietari cinesi è una svolta dovuta e chiara, che vede in Marco Fassone il dirigente principe di questa nuova era. Come riporta Tuttosport il nuovo amministratore delegato ha già fatto capire di essere pronto a costruire una club di alto livello, sia sul mercato che dal punto di vista finanziario. Il fatto che la dirigenza abbia praticamente chiuso per Mateo Musacchio e stia stringendo per Franck Kessié rappresenta un buon punto di partenza, una conferma di quanto promesso già dalla conferenza stampa di presentazione del nuovo corso dirigenziale.

Ma Fassone allo stesso tempo ha avvertito il tecnico Vincenzo Montella: il Milan non deve sprecare la chance di tornare immediatamente in Europa, anche passando dalla porta secondaria, quella dei preliminari. Senza la qualificazione alle coppe europee si rischia di mettere un po’ a rischio il progetto ambizioso spiegato in queste settimane. Dal punto di vista di bilancio, marketing e visibilità internazionale non entrare nelle coppe è un danno. Fassone qualche giorno fa ha chiarito quanto il sesto posto sia prioritario per il Milan, a prescindere da eventuali concomitanze con la tournée cinese in estate.

 

Redazione MilanLive.it