Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

MILAN NEWS – Da ormai diverse settimane in casa rossonera è scoppiato il dibattito sulla fascia da capitano. L’infortunio di Riccardo Montolivo a inizio stagione aveva porta all’assegnazione della fascia ad Ignazio Abate. A Doha nella finale di Supercoppa Italiana il trofeo vinto contro la Juventus fu alzato da entrambi i rossoneri, nonostante Montolivo avesse visto la partita dalla tribuna.

L’infortunio accorso anche ad Abate però, ha spostata la fascia da capitano sul braccio di Mattia De Sciglio, in quanto si trattava del giocatore con maggior numero di partite con la maglia rossonera tra quelli disponibili in rosa. Le prestazioni non soddisfacenti del terzino, unite alle contestazioni dei tifosi più o meno civili, hanno creato non poco scalpore attorno all’assegnazione della fascia. I tifosi l’avrebbero assegnata volentieri a Giacomo Bonaventura, ma essendo anche lui in infermeria sino a fine stagione, la seconda opzione ricadeva su Gianluigi Donnarumma, da tempo idolo incontrastato dei tifosi. Le gerarchie in casa Milan sono chiare e, domenica scorsa nonostante l’assenza di De Sciglio, il capitano fu Cristian Zapata.

Quest’oggi Montella in conferenza stampa è tornato su quest’argomento, dicendo la sua sulla possibilità di proclamare capitano proprio Donnarumma. Il tecnico però si è detto contrario e ha spiegato le sue ragioni: “Come mio personalissimo pensiero, sono contrario al portiere capitano perché è lontano per parlare con l’arbitro”. Ricordiamo infatti che, per regolamento, l’unico delegato in campo a parlare con l’arbitro per spiegazioni, chiarimenti e eventuali proteste, è proprio il capitano. Parere da rispettare quello di Montella, anche se è difficile biasimare i tifosi abituati a capitani del calibro di Maldini e Baresi.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it