Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

MILAN NEWS – Una serata che poteva essere utile per annullare tutte le maledizioni per lui e per il suo Milan, invece Vincenzo Montella lascia il terreno di San Siro ancora più imbronciato e dubbioso di due settimane fa quando era arrivato il clamoroso k.o. interno con l’Empoli.

La vittoria numero 100 da allenatore tarda ad arrivare, così come la prima per i rossoneri da quando Yonghong Li ha acquisito le quote societarie. Per non parlare del tabù Roma che Montella non riesce proprio a sfatare. Insomma una serata da incubo che il tecnico milanista, come riporta la Gazzetta dello Sport, ha racchiuso in questo breve pensiero: “Senza tanti giri di parole, la Roma ci è stata superiore nettamente, come calciatori e come allenatore. È prevalsa la loro qualità mentre noi spesso sbagliamo la giocata decisiva”.

Rialzarsi dopo la sconfitta più pesante della stagione non sarà facile, eppure Montella con fermezza ma positività, cerca di concentrarsi subito sul match di Bergamo di sabato prossimo: “Un punto sarebbe stato determinante ma siamo ancora perfettamente in linea con gli obiettivi. Ci giochiamo tutto, o parecchio, con l’Atalanta, che con tutto il rispetto ha un livello tecnico inferiore alla Roma. Ora voglio vedere il furore, la formazione la faranno i ragazzi con il loro atteggiamento. Non mi è piaciuta la depressione che ho visto dopo il tre a uno. Per come si è lavorato meritiamo l’Europa, a cui teniamo moltissimo”.

 

Redazione MilanLive.it