Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©getty images)

MILAN NEWS – Da una parte un allenatore che dopo tanti anni da gregario sta entrando nell’élite del calcio, trascinando una giovane Atalanta verso l’Europa. Dall’altra un tecnico, anch’egli molto stimato, ma che stenta tra risultati e situazioni future tutte da chiarire.

Atalanta-Milan è anche Gian Piero Gasperini contro Vincenzo Montella; i due all’andata si erano beccati, con il tecnico milanista che accusò gli avversari di spezzettare troppo il gioco con i loro falli tattici, mentre ‘Gasp’ rispose per le rime dando l’epiteto di tuffatori ai propri rivali. Come riportato dalla Gazzetta dello Sport ieri sono arrivate le scuse di Montella in conferenza: “All’andata mi ero lamentato un po’ troppo perché era stata una gara molto spezzettata e quindi me ne scuso. Avevo esagerato. L’Atalanta è un esempio, una squadra modello per gioco, spirito e organizzazione. Gasperini sta facendo qualcosa di straordinario”.

Montella sempre ieri davanti ai microfoni ha parlato anche del suo futuro incerto, prima confermando la volontà di restare nel Milan, poi aprendo a più di un dubbio: “Sento la stima della società in maniera netta, loro si sono esposti pubblicamente e privatamente. Dover giocare sempre per la vittoria non mi logora, sono felicissimo di stare qua. Ho letto che la mia eventuale conferma dipenderebbe dall’Europa, ma sono solo voci. Ripeto, con la società c’è sintonia, stiamo anche programmando il futuro. Però non sono uno che si arruffiana la piazza, né dico che non andrò mai a lavorare in un altro posto. Siamo professionisti, ci sono valutazioni da fare. Ora come ora non c’è tutta questa frenesia, ci siamo detti che ci vedremo. Adesso pensiamo al presente”.

 

Redazione MilanLive.it