Gerard Deulofeu
Gerard Deulofeu (©getty images)

MILAN NEWS – Prima o poi Gerard Deulofeu arriva. Sia con una prestazione totale e sprezzante, sia con un lampo improvviso dopo una serata magari neanche troppo brillante. Lo spagnolo è l’uomo della provvidenza in casa Milan, visto il gol decisivo di ieri a Bergamo.

All’interno di un Milan ‘minimalista’, come scrive la Gazzetta dello Sport, che resta aggrappato al sesto posto nonostante non riesca a vincere dal 9 aprile scorso, Deulofeu fa la differenza. Arrivato a gennaio dall’Everton in prestito tra mille perplessità è subito riuscito ad imporsi, allontanando la nome di ragazzo triste e scontento lasciato spesso in panchina dal club inglese. Il suo gol all’87’ minuto di ieri a Bergamo salva ancora una volta i rossoneri, un po’ come a Bologna quando una sua giocata spaziale portò al gol di Pasalic e ad una vittoria last-minute davvero inaspettata.

Dieci anni dopo la vittoria in Champions di Atene, il Milan torna a sentire profumo europeo. Perché il gol di Deulofeu anche se è valso solo un 1-1 non così entusiasmante, mantiene vivo l’obiettivo Europa League, passaggio fondamentale per il futuro del club rossonero. E intanto si allontana la ‘recompra’ del Barcellona per il numero 7 spagnolo, visto che la super-squadra catalana al momento sembra avere altre priorità e problemi da risolvere. Deulofeu è l’anima di un Milan ferito ma ancora orgoglioso e combattivo, e non è escluso che possa diventare un leader rossonero anche per il futuro.

 

Redazione MilanLive.it