Lapadula abbraccia Deulofeu (©getty images)

MILAN NEWS – La favola Atalanta si è definitivamente consumata ieri sera, è bastato un pareggio interno contro il Milan per centrare dopo 26 anni la qualificazione ad una competizione europea. Un 1-1 che, per come si era messa la sfida, accontenta non poco anche i rossoneri.

Nell’analisi del match di ieri secondo la Gazzetta dello Sport si parla di un Milan ben disposto in campo contro la vivacità atalantina; il 3-5-2 sperimentato da Vincenzo Montella riesce a chiudere la maggior parte degli spazi interni alla manovra dei padroni di casa, almeno finchè il ‘Papu’ Gomez non si scatena: nel giro di un minuto prima impegna seriamente Donnarumma e poi mette in moto l’azione del vantaggio concretizzato da Andrea Conti. Poco Milan in avvio per quanto riguarda la fase offensiva, ma il merito dei rossoneri, palesemente in difficoltà, è stato ancora quello di non mollare e provarci fino all’ultimo.

Buoni i cambi che hanno portato Montella a valutare l’idea tridente, con Carlos Bacca in campo al posto di un Kucka letteralmente asfaltato dal giovane Spinazzola; il gol del pareggio forse non meritatissimo è di Gerard Deulofeu (partito da posizione di off-side), abile a trovare il pertugio giusto e battere Berisha con deviazione netta anche di Masiello. Un pizzico di fortuna per un Milan che si aggrappa al sesto posto, mantenendo il +1 sulla rediviva Fiorentina e virtualmente anche sull’Inter oggi impegnato con il Sassuolo. Un pareggio non esaltante che però, in questi tempi di magra, va preso come oro colato per l’Europa.

 

Redazione MilanLive.it