Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

MILAN NEWS – Passare dalla vita nel convitto, assieme ai suoi coetanei, ad una villa di lusso magari fuori città è come trasferirsi dal Milan di oggi, che è un po’ come una seconda casa, ad un club internazionale di qualche paese lontano. Un salto mortale e speciale che Gianluigi Donnarumma sta pensando bene se fare o meno.

Come riporta la Gazzetta dello Sport le sirene inglesi sono sempre più forti, complice un rinnovo contrattuale che appare difficile da concretizzare. Ma il Milan ha un piano, diviso in tre punti focali, per convincere Donnarumma a restare, a sposare il progetto e far vincere il suo cuore milanista rispetto alle questioni di prestigio e di portafoglio. Per esempio bisognerà far sviluppare il punto di vista ‘affettivo’: Gigio gode di grande stima e amicizia nello spogliatoio rossonero, i portieri Storari e Plizzari gli sono accanto senza alcuna invidia, i tifosi lo ammirano e lo hanno da tempo eletto come nuovo idolo. Per non parlare del club che lo coccola non appena ce n’è l’occasione.

Servirà però un progetto tecnico importante per trattenere Donnarumma, che passi dalla qualificazione in Europa League. Il sesto posto, nonostante risulti un contentino, diventerà fondamentale per dare una dimensione internazionale al club e anche allo stesso portiere classe ’99, che inizierebbe ad accarezzare altri importanti palcoscenici. E poi gli acquisti: almeno 5-6 colpi importanti, da Kessié fino ad un centravanti di alto livello, per costruire attorno a Donnarumma un Milan d’élite. Un piano tutt’altro che irrealizzabile, ma l’insidia si chiama sempre Mino Raiola, agente ed alter ego del portiere che siederà a breve sul tavolo delle trattative per il rinnovo.

 

Redazione MilanLive.it