Ignazio Abate Mino Raiola
Ignazio Abate e Mino Raiola (foto Istagram)

MILAN NEWS – Il rinnovo di Gianluigi Donnarumma è una delle priorità assolute della nuova società rossonera. E non potrebbe essere diversamente, dato che il 18enne Gigio è l’elemento di maggior valore della squadra di Vincenzo Montella.

Il contratto in scadenza a giugno 2018 impone a Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli di accelerare la trattativa. Ma finora non è ancora avvenuto nessun incontro con Mino Raiola, solo contatti telefonici. Stando alle ultime Milan news de La Gazzetta dello Sport, l’agente è rientrato dagli Stati Uniti e presto dovrebbe incontrare la dirigenza rossonera. La sua trasferta oltre oceano era motivata dal fatto di voler stare vicino a Zlatan Ibrahimovic, operato a un ginocchio dopo un grave infortunio.

Milan, Raiola-Fassone: quando il vertice per Donnarumma?

L’appuntamento tra Raiola e Fassone non è ancora stato fissato. Non ci sono notizie certe su quando avverrà. Le parti potrebbero anche cercare di tenere il più nascosto possibile questo vertice, per evitare di dare risalto mediatico all’evento. E’ possibile che il faccia a faccia avvenga dopo che sarà certa la posizione finale del Milan in campionato.

La squadra di Montella è vicina a poter conquistare la qualificazione ai preliminari di Europa League. Basterebbe vincere domenica contro il Bologna e sperare che la Fiorentina non vinca contro il Napoli. Poi i rossoneri avrebbero il vantaggio negli scontri diretti contro la formazione di Paulo Sousa, dunque non ci sarebbero problemi.

L’accesso ai preliminari di Europa League diventa importante sia per tenere Donnarumma che per attirare giocatori dall’estero. Raiola, probabilmente, si è preso tempo anche per aspettare di capire il piazzamento finale del Milan e avere chiarezza sul progetto delle società.

Secondo le indiscrezioni che filtrano, il club di via Aldo Rossi è disposto a mettere sul piatto un rinnovo fino al 2022 con ingaggio compreso tra i 3 e i 3,5 milioni di euro netti. L’agente per Gigio vorrebbe almeno 4 milioni. La distanza non è enorme e con l’aiuto di qualche bonus o clausola speciale l’intesa potrà essere raggiunta. Occhio comunque alla corte del Manchester City di Pep Guardiola, che ha recentemente elogiato il 18enne portiere.

 

Redazione MilanLive.it