Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

MILAN NEWS – Le parole di ieri rilasciate da Marco Fassone dopo l’importante assemblea dei soci in Casa Milan hanno avuto una rilevanza fondamentale, sia per quanto riguarda la convinzione dell’ambiente sul nuovo progetto rossonero, sia per sbloccare alcune situazioni in sospeso.

Fra queste c’è anche il rinnovo di Gianluigi Donnarumma, che diventerà automatico e più semplice da eseguire se, come ammesso da Fassone, il Milan realmente stanzierà un budget importante per il monte ingaggi, aumentandolo e innalzandolo ai livelli dei top-club europei. In questo modo il club avrà la possibilità di accontentare il giovane portiere, offrendogli un contratto fino al 2022 con ingaggio da numero uno titolare, decisamente più alto e considerevole rispetto ai circa 160 mila euro che percepisce attualmente.

Ma secondo Tuttosport il Milan intende fare i conti senza l’oste: Fassone vuole accontentare Donnarumma senza però cedere alle richieste esagerate del suo agente Mino Raiola, che finora ha dimostrato però di avere il coltello dalla parte del manico. Con la forza di invesitmenti sul mercato il club può convincere Gigio a restare in una squadra competitiva, negando però a Raiola il riconoscimento di commissioni o percentuali a proprio favore sul nuovo contratto del giovane portiere. Stavolta è il Milan a fare la voce grossa provando a gestire per proprio conto il rinnovo di Donnarumma, sperando che la strategia sia finalmente quella giusta.

 

Redazione MilanLive.it