Milan, offerta per Biglia e Keita: la Lazio spara alto

Keita, Biglia e Milinkovic-Savic (©getty images)

CALCIOMERCATO MILAN – Dopo i tanti incontri di mercato svoltisi nei pressi di Casa Milan, per i dirigenti rossoneri ieri è partita la missione ‘capitale’, ovvero il piano per cercare di ‘saccheggiare’ la rosa della Lazio con un blitz davvero allettante.

La Gazzetta dello Sport riporta come Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli abbiano virato con forza su due calciatori decisivi negli schemi biancocelesti: Lucas Biglia per il centrocampo e l’ormai arcinoto Keita Baldé per l’attacco. Il Milan avrebbe pronta un’offerta complessiva da 40 milioni di euro per strappare questi due calciatori alla concorrenza, ma la società di Claudio Lotito ne chiede almeno 10-15 di più. Le differenze sono ampie, ma siamo soltanto nel mese di maggio e c’è tutto il tempo per modificare domande e offerte.

Calciomercato Milan, arrivano Biglia e Keita?

Intanto Mirabelli ha già avuto un colloquio con Montepaone, procuratore di Biglia, il quale avrebbe così messo in stand-by il rinnovo quasi sottoscritto con la Lazio proprio per vedere cosa può offrire il Milan di meglio. La situazione di Keita invece è ormai risaputa: ha rifiutato il prolungamento contrattuale e si appresta a trovare un’altra destinazione, con la Juventus che è dietro l’angolo cercando lo sgambetto ai rossoneri.

Insomma un doppio colpo che sarebbe a dir poco eccellente per rinforzare la rosa di Montella e allo stesso tempo indebolire quella di una rivale. Biglia-Keita è il nuovo tandem dei sogni per il Milan della prossima stagione. Non sarà comunque facile arrivare ai due giocatori. Trattare con il presidente Lotito spesso è complicato, a causa delle eccessive richieste economiche del patron laziale. Però i rapporti tra le due società sono ottimi e possono esserci dei margini per trovare un accordo. Non rimane che attendere per capire se il club rossonero potrà mettere a segno questo doppio colpo oppure dovrà rivolgere le proprie attenzioni su altri obiettivi.

 

Redazione Milanlive.it