Dal Portogallo: prima offerta del Milan per André Silva

Andrè Silva
Andrè Silva (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Sarà André Silva il nuovo bomber rossonero? Le ultime indiscrezioni narrano che il nome del 21enne portoghese sta prendendo sempre più quota. Dunque non si può escludere che possa essere lui il colpo da regalare a Vincenzo Montella per il reparto offensivo.

Importante news di calciomercato Milan rivelata da Diario de Noticias, secondo il quale ci sarebbe una prima offerta da 36 milioni di euro presentata dalla società di via Aldo Rossi per il talento del Porto. Una proposta che la dirigenza rossonera ha sottoposto prima a Jorge Mendes, agente del giocatore, e che quest’ultimo ha poi recapitato ai Dragoes.

Calciomercato Milan, proposta al Porto per André Silva

Il Porto, forte di una clausola da 60 milioni presente nel contratto del ragazzo, è propenso a respingere questa prima offerta del Milan. Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, però, non mollano e possono rilanciare aggiungendo clausole e bonus legati al rendimento di Andrè Silva e magari ai risultati sportivi della squadra. I rossoneri sono molto interessati al giovane bomber, ma si sa che la bottega del presidente Pinto da Costa è sempre molto costosa.

L’intermediazione di Jorge Mendes può essere decisiva per l’operazione Andrè Silva. E’ uno degli agenti più potenti del mondo e ha ottimi rapporti con il Porto da anni. Se veramente il Milan ha deciso di puntare sul talento portoghese per l’attacco, allora ci sono buone possibilità che l’affare si faccia. Ovviamente bisognerà vedere se effettivamente Fassone e Mirabelli hanno definitivamente rinunciato ad altri nomi recentemente accostati al ‘Diavolo’.

Bomber come Alvaro Morata, Diego Costa, Pierre-Emerick Aubameyang e Andrea Belotti. Tutti sicuramente più affascinanti di Andrè Silva, ma anche più irraggiungibili per questione di costi. Il gioiello del Porto è più accessibile alle casse rossonere, seppur richieda comunque un investimento importante. Vedremo se nei prossimi giorni ci saranno sviluppi su questo fronte.

 

Matteo Bellan