Ricardo Kakà
Ricardo Kakà (©Getty Images)

Uno dei giocatori più forti del nuovo millennio rossonero è stato sicuramente Ricardo Kakà, vincitore del pallone d’oro nel 2007 dopo aver trascinato a suon di prodezze il Milan a vincere la sua settima Champions League. Dalla Spagna però è emerso un interessante retroscena sul suo inizio di carriera. A raccontarlo è Jorge Valdano, il quale ha riferito che nel 2002 il brasiliano fu vicinissimo al Real Madrid.

L’allora direttore sportivo blancos lo aveva consigliato a Florentino Perez. Queste le sue dichiarazioni, rilasciate a Onda Cero, proprio riguardanti Kakà: “Nel 2002, anno del centenario del Real, facemmo una partita in cui parteciparono i grandi giocatori di tutto il mondo. Tra questi c’era Kakà che giocò 20 minuti fantastici. A fine partita dissi al presidente (Florentino Perez, ndr) <dobbiamo prendere questo giocatore, ora vale 12 milioni ma tra quattro anni ne costerà almeno 60>. Lui mi rispose: <non ti preoccupare, aspettiamo che arrivi a 60>”. 

Una rivelazione che dimostra ulteriormente la mentalità, soprattutto in quegli anni, di un super club come il Real Madrid: economicamente dominante allora come adesso. Effettivamente poi Kakà arrivo lo stesso a Madrid, seppur 7 anni dopo quell’intuizione di Valdano. Ebbe così il tempo di far felici i tifosi rossoneri conquistando numerosi trofei, arrivando forse un po’ scarico a vestire la camiseta blanca.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it