Milan, corsa al numero 9: ecco i nomi più caldi

Alvaro Morata Pierre-Emerick Aubameyang
Alvaro Morata e Pierre-Emerick Aubameyang (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Ormai il tifoso rossonero medio si è abituato a ragionare così: il Milan ogni cinque giorni presenta un nuovo colpo di mercato. Magari non terrà questo ritmo per tutta l’estate, ma l’impressione è che già nelle prossime settimane qualcosa succederà.

Serve una punta, un centravanti, un numero 9 che dia ancora più qualità alla rosa e soprattutto tanti gol dal punto di vista numerico e realizzativo. Un attaccante che possa integrarsi con il già arrivato André Silva oppure reggere da solo il peso della fase offensiva, ma questo dipenderà dal modulo che sceglierà Vincenzo Montella quando avrà la squadra a completa disposizione.

Calciomercato Milan, caccia al ‘nove’. I nomi più caldi

La Gazzetta dello Sport di oggi torna sui calciatori offensivi più caldi e più seguiti dal Milan in queste settimane; parte una sorta di casting per capire quale potrà essere il nuovo bomber della squadra di Montella, ma tanto dipenderà anche dal budget-extra a disposizione della dirigenza dopo aver già speso circa 211 milioni di euro (alcuni pagabili però a rate). Il primo nome è quello di Alvaro Morata, che anche grazie all’amicizia con Bonucci può riavvicinarsi al Milan. Viene valutato 80 milioni di euro e il Real Madrid non è così sicuro di trattenerlo. I rossoneri sono in pole dopo l’abbandono delle trattative con Chelsea e Manchester United.

Nome numero due: Pierre-Emerick Aubameyang, costo dell’operazione 60-70 milioni. Il suo trasferimento in Cina, al Tianjin, poteva portargli cifre record in tasca ma non se n’è fatto nulla. Il Borussia Dortmund sa che sarà dura trattenerlo, il Milan è in pole perché ha sempre fatto sapere di essere pronto a virare pesantemente sul franco-gabonese. Nome numero tre: Andrea Belotti, sogno dei tifosi del Milan che vorrebbero all’unanimità il miglior centravanti italiano del momento in rosa. Costa minimo 80 milioni, qualcuno è pronto a giurare che il Torino tra poco abbasserà le pretese per il ‘Gallo’.

Infine l’ultimo nome, forse il meno attraente: Nikola Kalinic, classe ’88 della Fiorentina che costerebbe una cifra tra i 25-30 milioni. Il problema sta nelle differenze sostanziali, il Milan offre 20, i viola ne vogliono minimo 30. Situazione che però, con un po’ di buona volontà, può sbloccarsi da un momento all’altro.

 

Redazione Milanlive.it