DONNARUMMA FASSONE MIRABELLI
Marco Fassone, Gianluigi Donnarumma e Marco Fassone (foto acmilan.com)

Il Milan società regina del calciomercato estivo 2017, chi l’avrebbe immaginato? Non noi, nonostante il closing avvenuto ad aprile e l’annunciata esistenza di un budget importante per la campagna acquisti.

Prima di fidarci  e giudicare volevamo vedere la dirigenza all’opera. Dobbiamo dire che finora ha agito in maniera sicuramente positiva praticamente sotto ogni punto di vista. Ci sta piacendo soprattutto la politica chiara, trasparente e diretta a livello di comunicazione. Un passo avanti deciso rispetto al passato recente. L’ingaggio di un professionista come Fabio Guadagnini ha dato una svolta importante.

I tifosi sono entusiasti, si respira aria nuova e c’è finalmente la sensazione che il Milan possa tornare grande. Avendo tanti nuovi acquisti, ben dieci finora, toccherà a Vincenzo Montella assemblare il più in fretta possibile una squadra in grado di produrre gioco e soprattutto risultati. Non è semplice arrivarci in tempi brevi, però il mister rossonero è ben felice di prendersi questa responsabilità. L’obiettivo è la Champions League e lì bisogna arrivare, dopo i tanti investimenti effettuati.

Tra gli investimenti della società risulta anche il rinnovo del contratto di Gianluigi Donnarumma: ben 6 milioni di euro l’anno fino al 2021. Troppi a nostro avviso, però era comunque importante blindare quello che è un patrimonio del club, sventando anche il ‘piano diabolico’ di Mino Raiola di portare via il ragazzo. In questa vicenda Gigio non ci ha pianamente convinti, soprattutto dopo il primo ‘no’ al prolungamento e le mancate prese di posizione nei giorni in cui i tifosi increduli lo criticavano. Ma ha 18 anni, lo perdoniamo e lo sosteniamo. Gli auguriamo di essere sereno, fare grandi prestazioni e anche di cambiare agente.

Dopo i colpi Musacchio, Kessiè, Rodriguez, André Silva, Borini, Calhanoglu e Conti sono arrivati anche Leonardo Bonucci e Lucas Biglia. Due pedine fondamentali nello scacchiere di Montella. L’ex Juventus è stato un arrivo inatteso, quando sono uscite le prime indiscrezioni non ci credevamo. Invece si è concretizzato l’acquisto di uno dei centrali più forti al mondo. Siamo scettici sul consegnare la fascia da capitano a un giocatore che in questi anni ha rappresentato una rivale come la Juventus, però il valore in sé di Bonucci non lo discutiamo. Lui 30enne, Biglia 31enne. Colpi sia di esperienza che di qualità. L’argentino nella mediana del Milan sarà quel regista che manca dai tempi di Andrea Pirlo. Ma manovra di gioco ruoterà soprattutto attorno a lui, che nella Lazio ha fatto molto bene.

E il calciomercato rossonero non è finito qui. C’è ancora tempo per “passare alle cose formali” (un divertente tormentone estivo lanciato involontariamente da Marco Fassone) con altri nuovi acquisti. Sicuramente arriverà un grande bomber e non è escluso che possa arrivare un altro centrocampista, per dare ulteriore qualità a un reparto che da diverse stagioni è probabilmente il punto debole maggiore del Milan. I tifosi sono tornati a sognare e questa è la notizia più bella. Il futuro non lo conosciamo, ma il presente ci fa essere fiduciosi.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)